Autore Topic: Campania e Sicilia nel 2000  (Letto 3048 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Colo90

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.474
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #60 il: 05 Aprile 2020, 14:40:06 »
Che figata...mezzi, foto e racconto!!!

Offline OeBB Rh 1012

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.437
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #61 il: 05 Aprile 2020, 15:01:33 »
Letto ora il racconto napoletano....ecco....era meglio vedere solo le foto....incredibile però la cortesia dei capideposito dei tram e delle officine.
Espresso siculo super....anche solo vederlo per me sarebbe già tanto
Visita il mio spazio su Flickr: http://www.flickr.com/photos/daniele_sudati/

Offline ale883

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.690
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #62 il: 05 Aprile 2020, 15:21:58 »
dopo i bellissimi scorci urbani e interurbani filotranviari di Napoli, il ritorno alle patetiche 668&582 è una mazzata, me ne farò una ragione ;)

ps: ISS Iris Semper Santa  8)

Online mauryluis

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 8.160
  • Quando ero così
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #63 il: 05 Aprile 2020, 16:29:27 »
Continuo a dire tutte belle e in piu' hai pure fotografato l'E.636.147 in livrea originale quello che poi e' finito in un museo Tedesco con livrea
non proprio coerente, ma esiste, non ricordo la citta' e credo ci sia pure un E.431 trifase.

Luigi.
luigi Iorio- potete trovare le mie foto anche su: http://www.flickr.com/photos/iorioluigi

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #64 il: 05 Aprile 2020, 17:04:32 »
(continua)

Mercoledì 23 - dopo la solita routine godereccia della brioche - scendiamo dalla rupe nella vallata già calda di prima mattina per andare a cercare un punto buono, se esiste, per fare l'espresso 881 e la Freccia del Sud da Catania. Il primo dovrebbe essere a Dittaino per le 9.50 e qualcosa. Questa volta prendiamo la statale, Dittaino è vicino e così avrei controllato un po' meglio la linea. Mentre ci spostavamo sulla provinciale, mi accorsi di un PL chiuso. Mi fermai al primo punto buono, non sapendo nemmeno da dove arrivasse 'sto treno fuori orario. Bah.... la solita 582...

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Facemmo poi una rapida sosta in stazione a Dittaino, giusto per vedere com'era: ricordavo le foto mitologiche di Cesa De Marchi con le 480 e le 772..... Subito fuori, nel piazzale stradale, sostava su due anomali tronchi, un 214 con dei carri. Gli feci una foto, dal lato non graffitato....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Immaginai come doveva essere fino al 1971 questo stesso piazzale: immediatamente a destra della foto avrei trovato ferma su un binario a 950mm una RALn bimotorica, pronta per partire sulla tratta con cremagliera verso Piazza Armerina.... Che pianto. In stazione provai a chiedere al DM se per caso ci fosse qualche merci in viaggio. Mi cadde la mascella quando rispose positivamente!!! Da Catania stava arrivando un merci per Agrigento. Scappai gridando grazie!!! Saltammo in macchina e via verso Catania. Corsi come Soccmacher fino a che vidi fermo in stazione a Libertinia il mitico merci!!!!!  :o :o :o Era in precedenza, perchè era quasi ora per il passaggio del primo espresso! Così arrivai scendendo in mezzo ad un campo ad una distanza che mi permettesse di scattare in fretta e alzare i tacchi, non volevo perdermi nemmeno l'espresso! E così le foto hanno un bel palo in mezzo alla loco....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Saltai in auto e corremmo al primo punto un po' laterale, per fare l'espresso il meno controluce possibile... la 636 ululava in mezzo alla valle ventosa e afosa.
Due scatti:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Cercai un punto diverso, magari più alto, per il merci. Trovai un bel curvone e attesi in silenzio lo spettacolo! Avessi avuto una reflex con megamotore per raffiche da mitra come oggi.... Invece, "tlac", uno scatto.  :D

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Potevo lasciar perdere un simile spettacolo??? NO! Corremmo sulla statale con tutte le curve e le salite e discese, fino a cercare un punto lungo la linea che non fosse in controluce. La possibilità era una sola: uscita sud di Villarosa. Arrivammo sgommando sul piazzale della stazione. Stavolta il DM non era al telefono e col merci in arrivo non volevo perdere tempo in salamelecchi e richiesta di permessi.... Per fortuna la mia mitologica metà fu anche una abile diplomatica e tenne impegnato il ferroviere con domande farlocche su orari e su cosa fosse questo strano museo.... Io intanto mi defilavo verso gli scambi di uscita e mi appostai in attesa dietro ad un telefono di servizio, fuori dalla vista. Dopo nemmeno 5 minuti vidi la doppia di 636 sbucare da una curva e mi preparai, che spettacolo!!!!  :P :P :P

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Tornando indietro verso la stazione scattai anche un paio di foto a carri merci parcheggiati sui tronchi dello scalo, una cisterna e l'unico esemplare di carro per trasporto rotabili a 950mm, rimasto qui a Villarosa sin da quando portarono la RALn per monumentarla. Il carro è questo (ovviamente non è un Poz): https://www.photorail.it/forum/index.php?action=gallery;sa=view;id=331

Andai a riprendere Iris e anche io inizia a chiacchierare di treni col dirigente. Si avvicinava l'ora della Freccia del Sud, che passava poco dopo le 12.00. Prima di andare chiesi ancora se ci fosse qualche treno merci in giro. Si, mi disse! Ocazz!!! Il ritorno del merci per Agrigento! Mi disse più o meno l'orario. Ringraziammo e andammo a cercare il curvone dove il primo giorno feci la 582: la luce sarebbe stata perfetta per il merci! Così lì ci piazzammo, ad attendere. E attendere. E attendere. Faceva un caldo atroce ed eravamo bolliti, ad aspettare all'ombra di un povero ulivo solitario. Non realizzai nemmeno che fosse l'ora della Freccia, da tanto che ero preso per il merci. Così ci arrivò alle spalle e feci una fetida foto di infilata. Certo, se avessi voluto farla per bene, sarei dovuto salire sulla collina, ma se poi fosse arrivato il merci me lo sarei perso. E vabbè, mi rincuorai. Dopo qualche decina di minuti, finalmente sentimmo l'ululato di un 636 dietro la collina dove eravamo noi! Trattenni il respiro e aspettai l'uscita dal tunnel. E sbammmmm!!!

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Non ricordo se bestemmiai come satana o se rimasi muto come un pesce, bollito dal caldo. Non c'era altro per oggi nei paraggi e proposi la solita ritirata al fresco, che la batosta era dura da smaltire....  :-\

Chiudo solo con un aneddoto. La sera andammo a cena al solito Ristorante Centrale. Stavolta mangiammo dentro, non nei pochi tavolini in strada. Eravamo già stati serviti quando nel ristorante entrarono 3 uomini, in giacca e completo, occhiali scuri. Chiesero un tavolo e si sedettero. Il cameriere sparì al volo in cucina e dopo qualche secondo ne uscì il premiato chef che a passo svelto andò a salutarli, baciando la mano ad uno dei tre. Non scherzo, lo fece veramente. Ci guardammo increduli. Quando poi vidi che un altro dei tizi, spostando la sedia per sistemarsi meglio, mosse la giacca e lasciò intravedere la pistola nella fondina sotto l'ascella, io dissi ad Iris di darci una mossa a finire che non avrei voluto assistere a qualche scena da Il Padrino...............  >:( >:( >:( >:(

(segue)
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline MassimoR

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.517
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #65 il: 05 Aprile 2020, 17:51:20 »
Spettacolo il mercione in doppia di 636!  :P :P

Online Benny

  • Capodeposito
  • *****
  • Post: 1.006
  • Fermate il mondo, voglio scendere!!
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #66 il: 05 Aprile 2020, 18:52:26 »
Ma va a dá via i pee Stefano!  Ce ne hai di fisime... Hai fatto una magnífica foto in un paesaggio splendido a più di mille chilometri da casa tua e ti incazzi perché invece del treno completo c'è solo la macchina isolata? Ma corri veloce, va.....

Ciao  ;)
L'alcool è nemico dell'uomo. Chi fugge davanti al nemico è un codardo!

Offline AndMart

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 12.817
  • Il forum è come noi lo facciamo!
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #67 il: 05 Aprile 2020, 19:52:57 »
Tanta roba il merci. E non mi dispiace neanche la LIS anche se capisco la rabbia del momento.

Non mi piace invece l'espresso d'infilata o con la compo tagliata...  ;D
Una volta escluso l'impossibile ciò che rimane, per quanto improbabile, non può essere che la verità. S.H.

Offline ellis barazzuol

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 5.124
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #68 il: 05 Aprile 2020, 20:03:33 »
Un altro carro per trasporto rotabili a scartamento ridotto c'è ancora a Castelvetrano.
NO VAP

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #69 il: 05 Aprile 2020, 20:26:58 »
Un altro carro per trasporto rotabili a scartamento ridotto c'è ancora a Castelvetrano.

Non è che sia questo? A Villarosa dubito sia rimasto qualcosa....
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline ellis barazzuol

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 5.124
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #70 il: 05 Aprile 2020, 20:33:28 »
No. Quello di Villarosa è stato anche verniciato qualche anno fa.

636 027 sul merci sei sicuro? Io ricordo 037 marrone fino all' accantonamento.
NO VAP

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #71 il: 05 Aprile 2020, 20:39:23 »
636 027 sul merci sei sicuro? Io ricordo 037 marrone fino all' accantonamento.

Si vede anche bene. 027.
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline Peppe91

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.475
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #72 il: 05 Aprile 2020, 20:48:40 »
Un altro carro per trasporto rotabili a scartamento ridotto c'è ancora a Castelvetrano.

Non è che sia questo? A Villarosa dubito sia rimasto qualcosa....

Quello presente a Villarosa serviva al trasporto delle RALn.60, quello presente a Castelvetrano per trasportare locomotive o carri.
Queste ultime foto sono veramente spettacolari, che soggetti e che colori! Molte foto che consideri poco interessanti (582, 636 a Enna, 636 Lis) li trovo davvero molto belle! Addirittura un merci in doppia trazione di 636!  :o :o :o
Nella foto dove si vede tutto l'espresso, è bello vedere le porte delle varie carrozze con colori diversi. Ma le ALe.601, fino a quando hanno fatto servizio in sicilia? Non pensavo che nel 2000 effettuassero ancora servizio qui! :o
Se non ricordo male, tutte le Stanga-TIBB che hanno fatto servizio nelle metro FCE, sono state demolite.  :-\

Offline Robertococchi

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 3.648
  • Qualche anno fa ero così !!
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #73 il: 05 Aprile 2020, 21:11:48 »
Belle le foto bello il racconto!!

Ma... trombare mai ? ;D ;D ;D
fotografo tutto quello che mi piace !!!

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #74 il: 05 Aprile 2020, 21:39:44 »
Mica lo scrivo....  O0
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline Davide Vicenza

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 18.084
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #75 il: 05 Aprile 2020, 23:56:00 »
Il merci in arrivo a Villarosa è spettacolare.

 :P
 

Offline Silvia

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.452
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #76 il: 06 Aprile 2020, 08:15:42 »
Merci davvero bello e paesaggi spettacolari

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #77 il: 06 Aprile 2020, 11:01:21 »
(continua)

Sabato 24 è la voglia di mare che ci attira verso Taormina. Brioche e via, arriviamo sulla costa prima delle 9.00. Mi fermo in stazione per dare un occhio al pannello degli arrivi, così da avere un'idea su IC e Espressi e loro ritardi: Peloritano con oltre 30 minuti, il resto ok. Ne approfitto e volo sul 2° per fotografare una 841 che arriva da Catania:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Dopo poco arriva anche un regionale per Catania, che starà qui in sosta per 20 minuti per dare precedenza alla Freccia del Sud che nemmeno riprendo. Scatto anche se in controluce, ma una sola foto. Una doppia di 636 se la merita...  :D

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Lasciammo la stazione per approfittare della luce ancora buona per fotografare la famosa panoramica dall'alto di tutta la baia con l'Etna di sfondo. Doveva arrivare giusto giusto il Peloritano! Strizzo gli occhi per cercare di capire cosa si muove in stazione... Mi preparo, Iris vuole provare anche lei a scattare. Peloritano con doppia di 656:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

E subito dopo, merciazzo con la già vista 636.027, dalla quale il capotreno si affaccia sulla curva, proprio mentre Iris scatta, per rimirare qualche gnocca sotto l'ombrellone (si vede la scenetta nella diapo di mia moglie  :'(). Io sparo una doppietta:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

C'è una bellissima brezza dal mare e si sta veramente bene, anche sotto il sole già caldo.

Con molta calma ci spostiamo verso Mazzarò. Mollo la macchina in sosta vietatissima, lungo la statale, come già hanno fatto altre decine di persone prima di me e cazzeggiamo nei negozietti ultraturistici che sono a bordo strada. Faccio giusto un veloce scatto verso il lato a mare della strada per fare una foto all'Archimede. Si, certo, fiancata in ombra, ma che me frega, guarda che paesaggio....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Scendiamo giù sulla scalinata ammazza polmoni che porta alla Baia Azzurra, dove staremo a prendere sole e a mollo in acqua fino alle 13.00 più o meno. Ci sistemiamo e risaliamo. Iris perde un polmone a metà scalinata, io quasi alla fine  ^-^. Saltiamo in auto o meglio nel forno acceso e non ventilato, diretti verso Alì Terme. Non mi erano bastate le 2 misere foto fatte nel 1997, quando ci arrivai a piedi....

Arrivammo poco dopo le 14.00. Per un po' Iris restò in auto, ma con una spiaggia e un mare davanti come quello come si fa a resistere..... Faceva caldo, è vero, ma c'era una corrente d'aria fortissima... Alla fine si cede!  ;)

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Osservavo la scena quasi irreale e ancora rischiai di perdermi l'841!

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Poi passò un regio da sud con 636 e subito dopo merciazzo!!!  :P :P :P

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

A blocco del merci altro regionale da nord con 636, scattai ugualmente nonostante le 4 MDVC graffitate su 4....
E subito dopo, altro merci, ma da Catania!!! Scattai ugualmente, nonostante la luce sballata

[attachment=10]

Mi spostai un po' verso nord, che la luce iniziava a girare. Osservavo intanto Iris a mollo che si faceva trascinare dalla corrente dello stretto e ci salutavamo con ampi gesti. Alle 14.30 scattai a questo regionale, nonostante le carrozze lorde da paura e poi scesi di corsa in spiaggia. Avevo un'ora per un bagno veloce....

[attachment=11]

Una sola ora perchè non volevo perdermi il treno delle 15.30 da Catania, pensavo altra 841 e il corrispondente, pochi minuti dopo. Così salii veloce usando il fornice che sottopassa la ferrovia e scattai questa al volo

[attachment=12]

Ma il corrispondente da nord fu una bella sorpresa!  8) 8)

[attachment=13]

Nel frattempo mi raggiunse Iris, cotta dal sole e dal mare....  :-[

[attachment=14]

Le promisi che stavo aspettando l'ultimo treno, il Peloritano delle 16.30. Restammo in silenzio a farci asciugare vestiti e pelle dal vento.... Continuavo a guardare le montagne dietro di noi, molto ripide, e iniziavo a temere che il sole sarebbe scomparso prima del treno. Poi però sentii uno strano rumore, molto famigliare, arrivare dal tunnel, mi preparai e megabotto!!!

[attachment=15]

 O0

Merci prima dell'IC!!!! Bellobello. Epperò....perchè? Temevo che l'IC avesse ritardo e quindi addio sole. Alla fine passò con +30 e scattai  comunque, anche se le ombre stavano ormai invadendo tutta l'inquadratura.

[attachment=16]

Cotti a puntino e veramente stanchi, come solo una giornata di sole al mare può fare, prendemmo la direzione di Enna per andare al fresco.


(segue)
« Ultima modifica: 06 Aprile 2020, 11:07:22 da Praz© »
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline Davide Vicenza

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 18.084
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #78 il: 06 Aprile 2020, 11:42:48 »
"ti spiezzo"...

 ;D

La Sicilia al tempo era l'ultimo rifugio delle 636 prima serie, con alcune (come la .010) ormai sulla sessantina!
 

Offline Peppe91

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.475
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #79 il: 06 Aprile 2020, 13:03:02 »
Che spettacolo i merci con le 636! Gran colpo le 601!  :o

Offline Silvia

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.452
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #80 il: 06 Aprile 2020, 14:02:40 »
Spettacolo totale!!! Treni come si deve, mare, paesaggi bellissimi...
Mitica l'espressione della moglie: hai sposato una santa!  ;D

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #81 il: 06 Aprile 2020, 14:10:42 »
 ;D ;D ;D ;D ;D
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline OeBB Rh 1012

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.437
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #82 il: 06 Aprile 2020, 14:30:01 »
Non so se invidio di più i merci con la 636 o la pazienza che tua moglie ha nei tuoi confronti.....
Visita il mio spazio su Flickr: http://www.flickr.com/photos/daniele_sudati/

Offline GiorgioStagni

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 9.565
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #83 il: 06 Aprile 2020, 15:08:23 »
Anche in queste ultime serie ci sono immagini veramente da antologia.
Mi hanno colpito in particolare, ancora a Napoli, il tram perfettamente "inscritto" nel semicerchio della Galleria della Vittoria (!); poi la D.443 al pl (nonostante lo scatto improvvisato, mi piace moltissimo il contrasto tra l'ambiente raccolto del pl e lo sfondo aperto sulle colline riarse); il poster dell'espresso a Enna, con le due cuccette già in XMPR; infine il gran via vai di E.636, merci e viaggiatori, X e Medie Distanze, incluso in particolare il primo piano in transito a Enna, al top.

Alcune altre considerazioni:
- l'ultima... beh, è proprio da ritagliare in 16:9 o simile, l'ombra incipiente ha fascino se "delimita" il soggetto, non se occupa mezzo fotogramma, per di più di insignificante sterrato

-  sul "clima" napoletano, posso anch'io confermare quanto sia migliorato: l'anno scorso, in 4 giorni, mai avuto una sensazione di paura o sgradevolezza. La Galleria Umberto I oggi è in condizioni dignitose ( http://www.stagniweb.it/altro2/large3b/napo8372.jpg ) ma effettivamente ancora pressoché "vuota" di esercizi commerciali, anche se non ne saprei dire il motivo

- è sempre stupefacente come la nitidezza dell'aria influenzi le inquadrature. Nella tua versione di Taormina l'Etna quasi non si nota, a gennaio la sua presenza è nettissima: http://www.stagniweb.it/altro2/large8/taor4511.jpg  (peraltro ora il tuo punto ha un canneto a coprirlo...)

- a Catania Porto quindi hai ricostruito l'intera fiancata? Complimenti!

Last but not least, questa non è una vacanza con la fidanzata + qualche foto ai treni. E' un safari ferroviario, incidentemente con fidanzata al seguito! Ma penso tu sappia perfettamente quanto questa sia una situazione del tutto eccezionale :-[ :D

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #84 il: 06 Aprile 2020, 15:46:12 »
Alcune altre considerazioni:
- l'ultima... beh, è proprio da ritagliare in 16:9 o simile, l'ombra incipiente ha fascino se "delimita" il soggetto, non se occupa mezzo fotogramma, per di più di insignificante sterrato

Era già pronta, ma per il racconto pensavo rendesse di più l'idea del messaggio subliminale che mi arrivò durante quell'attesa.... "vai a casa!"  ;D

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Citazione
- a Catania Porto quindi hai ricostruito l'intera fiancata? Complimenti!

Fiancata e frontale  :-X
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Online mauryluis

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 8.160
  • Quando ero così
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #85 il: 06 Aprile 2020, 17:10:17 »
Non ho parole  ::) ::) 8) 8) :o :o :P :P

Tua moglie ricorda la mia nell'85 e 86 ::), poi piano piano.....vabbe'

Luigi.
luigi Iorio- potete trovare le mie foto anche su: http://www.flickr.com/photos/iorioluigi

Offline ellis barazzuol

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 5.124
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #86 il: 06 Aprile 2020, 21:16:10 »
Di' di', Luigi, cosa succede dopo la mutazione?  :-[
NO VAP

Offline MassimoR

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.517
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #87 il: 06 Aprile 2020, 23:31:56 »
Infornata strepitosa  :P :P :P

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #88 il: 07 Aprile 2020, 12:38:14 »
(continua)

Venerdì 25 puntiamo sulla costa tirrenica, partendo molto presto. Iris mi guardava male, quando aveva gli occhi aperti.... :-[ ::)  Volevo tornare dalle parti di Tusa, Pollina e S. Stefano, dove tre anni prima feci solo qualche foto in stazione e pochissime in linea, perchè i punti più belli che vidi dal treno erano parecchio distanti dalle stazioni. Arrivammo lungo la statale costiera a metà strada fra Tusa e S. Stefano. Qui ricordavo di aver visto un bel punto, ma per il primo treno in arrivo non lo trovai al volo, così dovetti rimediare una foto meno soddisfacente, sul limitare di una specie di cantiere per la costruzione di non so quale galleria (si vedono le centine a terra). Doppia di 636:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Il traffico sulla linea Messina-Palermo era molto sostenuto, ma - come oggi - spesso i treni più interessanti o numerosi viaggiavano in controsole. Lasciai così perdere un altro regio in senso opposto e proseguii la ricerca del punto che avevo in mente. Lo trovai. Parcheggiammo l'auto all'ombra di due pini marittimi e attesi. Poco dopo le 9.00 arrivò l'Intercity Federico II con doppia di 656, poi passò un espresso periodico verso Palermo e quindi un Diretto per Messina con 841

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Andammo a cercare un posto per fare una buona colazione e iniziammo a girare per Santo Stefano Camastra. Già vicino alla stazione fiorivano parecchi negozi che vendono le famose ceramiche, ne girammo un po'.... Alle 11.00, mentre vagavamo alla ricerca di qualcosa da sgranocchiare, feci un salto veloce in stazione a dare un'occhiata. Suonava la campanella e feci una foto al Treno del Sole, anche se abbondantemente in controluce. Promisi a Iris che saremmo tornati un altro giorno, per mangiare bene e per le ceramiche  :-* :-* :-*, così potevamo schiodare prima oggi e andare altrove. Ci accontentammo di qualche panino farcito alla siciliana (a scoppiare!) preso in un bar presso la stazione. Alle 11.45 rimisi piede sul marciapiedi: sul terzo binario era in sosta un merci per Palermo con 656, una cuccetta e carri container. Sul primo stava arrivando l'IC Archimede, al quale scattai questa

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Volevo arrivare sulle note curve sul mare presso Tusa, così iniziai a pestare sull'acceleratore... Alle 12.30 ero pronto per il primo treno, Espresso 34860 periodico con auto al seguito per Torino, al quale scattai una foto del cavolo, perchè mi fece ribrezzo la prima X dietro al 656.....   :-\ Subito dietro un regionale, che non fotografai perchè in condizioni vomitevoli....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Il Treno dell'Etna per Palermo era in ritardo e questo regalò 45' anche al regionale da Messina che stavo aspettando, speravo in materiale leggero per scattare una doppietta. Passò l'espresso e poi colpo stragobbo! Ancora le 601!  :P :P :P

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Avevo già pianificato di fare un salto in stazione a Termini Imerese, perchè a cavallo delle 14.00 c'era una punti di traffico che avrei voluto controllare. Certo, questi 45' di ritardo non ci volevano... Modalità razzo su gomma e arrivammo in stazione persino prima della Freccia della Laguna, che ci viaggiava dietro... Doppia di 656!

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Nel giro di poche decine di minuti, fra un gelato e una birretta, scattai a tre regionali con tre materiali diversi! Fanta per Palermo, 841 per Palermo da Cefalù e persino una 668 isolata, penso da Caltanissetta

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[attachment=10]

Tornammo verso Tusa per gli unici due espressi pomeridiani. Anche se la luce non era ovviamente buona, contavo di sfruttare la solita ansa per fare comunque due scatti buoni. Alle 15.30 Treno dell'Etna e dopo un'ora il ritorno della Freccia della Laguna. Erano già le 17.00, le ombre avanzavano. Ovviamente eravamo belli cotti dal sole, così rientrammo verso Enna.

[attachment=11]

[attachment=12]


(segue)
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline Jacopo Cagliani

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.675
  • Copiare da uno è plagio,copiare da molti è ricerca
Re:Campania e Sicilia nel 2000
« Risposta #89 il: 07 Aprile 2020, 12:45:41 »
Commento dopo con calma perché devo riprendermi da tutte 'ste puntate. Giusto una domanda: in pratica beccasti l'ultima 601 sicula e l'ultima 801?  :o
Jacopo Cagliani
Il falso storico è una grossa bugia, l'anacronismo è l'attribuzione ad altri tempi di usanze proprie di una determinata epoca. Diremo meglio che, sia pure con molti anacronismi, la storia rimane sempre storia, e che invece, con false affermazioni, la storia diventa storiella.