Autore Topic: Tre settimane nel Centro Sud - 1995 [437 foto!]  (Letto 6152 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ricky

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.338
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #60 il: 05 Gennaio 2021, 18:03:18 »
Complimenti x la quantità industriale di foto e per l'organizzazione del giro. A 23 anni non me lo sarei mai sognato...
Ricky

Offline Peppe91

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.475
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #61 il: 05 Gennaio 2021, 18:47:55 »
Altre foto spettacolari in questi aggiornamenti! Rotabili e livree giuste, stazioni con tutti i loro binari, pali del telefono, segnali a ala, tutto ormai scomparso... :-\
Quindi la breve antenna per Spinazzola Città era già stata smantellata?
La D.343 1001 dovrebbe essere ancora nella rotonda del deposito di Palermo.
« Ultima modifica: 06 Gennaio 2021, 18:18:40 da Peppe91 »

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #62 il: 05 Gennaio 2021, 19:44:37 »
Quindi breve antenna per Spinazzola Città era già stata smantellata?

Sisi, chiuse nel 1985 grazie al simpatico ministro suicida Signorile..........
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline OeBB Rh 1012

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.437
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #63 il: 05 Gennaio 2021, 23:19:41 »
Complimenti x la quantità industriale di foto e per l'organizzazione del giro. A 23 anni non me lo sarei mai sognato...
Io manco ora
Visita il mio spazio su Flickr: http://www.flickr.com/photos/daniele_sudati/

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #64 il: 06 Gennaio 2021, 12:30:14 »
Il Lunedì la sveglia suona come una coltellata. Ma non ho tempo per capire come mi chiamo e dove sono, devo preparami e scappare in stazione a Potenza Città, che poco dopo le 5.00 parte il mio treno! E' una incredibile tripla di M2 Breda, una giallorossa e 2 grigioverdi. Mi siedo sulla prima in testa, perchè la terza verrà sganciata ad Acerenza, poco prima delle 6.00, mentre la seconda verrà sganciata a Genzano alle 6.15. Da Genzano a Gravina la corsa all'alba è garantita da una sola automotrice, che basta e avanza....

Scendo - dopo averlo comunicato al capotreno - alla fermata di Basentello, un casello abitato, in mezzo al nulla. Il sole manca, fra colline e velature. Lascio andare il treno e guardo intorno come e dove potrei fare la foto al prossimo treno, un Potenza-Gravina che passerà di qui dopo le 8.00. Mentre cazzeggio, una signora esce dal casello e va ad armeggiare con il comando di un PL agricolo poco più avanti. Le chiedo se c'è un treno... "Si, da Gravina". Resto un po' stordito, guardo l'orario e la corsa che è segnata come bus evidentemente è invece fatta su ferro, bene!!! L'aria è pungente e umida e finalmente esce il sole. Così resto lì in "stazione" e aspetto. Arriva e passa rallentando, senza fermarsi, una bella Breda grigioverde:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Ora mi incammino verso Gravina lungo la statale, dalla quale si ha un'ampia vista di tutta la linea che sale in mezzo ai campi sulle creste delle colline. Ho solo un'ora al prossimo treno...... I paesaggi sono immensi: desolati, assolati, silenziosi. Questa parte di Basilicata mi rapisce. E si, sono in Basilicata e ne sono sicuro perchè le colline poco oltre questo ponticello che ho davanti sono esattamente il confine con la Puglia. Finalmente arriva la M2 da Potenza, altra grigioverde. Le sparo una sequenza di 6 scatti, la velocità me lo permette anche se non ho una reflex con la raffica.....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Il prossimo treno è fra 2 ore e mezzo e non ho intenzione di aspettarlo qua, voglio veder di più! Così affidandomi alle comode scarpe da ginnastica che ho, mi sparo i 6 kilometri che separano Basentello dalla stazione di Irsina. Mentre cammino, mi accorgo con dispiacere che il meteo va rovinandosi, fino a chiudersi e divenire buio e cupo proprio mentre sto arrivando alla stazione. In stazione a Irsina scatto ad un paio di carri merci sul tronchino, mentre alcuni tizi parlottano nello scalo, forse di lavori alla linea. Quando arriva il mio treno, alle 10.45, scatto di malavoglia, dopo aver letto dei valori ridicoli nell'esposimetro....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Ora la M2.202 mi culla col suo borbottio lungo la linea. Non c'è verso, il cielo resta chiuso. Solo ogni tanto un raggio di sole buca le nuvole, qua e là. Faccio finta di non essere incazzato e come da programma decido di scendere nella stazione di Oppido Lucano, un paesone che dista dalla ferrovia 2km. Quando scendo, subito mi rendo conto di aver fatto una cazzata. La stazione..... non c'è. C'è un marciapiede di terra battuta, il casotto dei cessi e fra i rovi una sagoma limite contorta. Stop. Che cavolo di fine ha fatto il FV???? Vabbè, già che ci sono, scatto al mio treno....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Appena il treno se ne va, inizia a gocciolare...... Ho un'ora (!) di attesa per il prossimo. Metto il naso fuori dal recinto ferroviario e non c'è nemmeno la strada!!!! Per arrivare in paese c'è uno stradello agricolo disastrato. Stress.... Poco prima del treno delle 12.15 esce un raggio di sole, quasi una visione in un mondo completamente annerito dalle nuvole.... Spero che regga al passare dei minuti. Mi piazzo in cima ad un montarozzo e incredibilmente riesco a fare due foto con il sole!!!

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Appena passata la Breda, si richiude tutto e inizia a diluviare! Non ho altra possibilità che infilarmi nel casotto dei cessi, diroccato e con il tetto malmesso e sperare che il mio treno arrivi in fretta. Dopo mezz'ora - di pioggia continua - inizio a preoccuparmi sul fatto che Oppido è fermata a richiesta. Riuscirò a farmi vedere dal PdM con 'sto buio senza lavarmi fino alle mutande??? Riesco a sentire fra lo scroscio dell'acqua il rombo del motore che si avvicina. Ecco le luci sbucare dalla curva. Azzardo pure a fare una foto e poi inizio a sbracciare come un tifoso allo stadio! Si ferma, sono salvo!

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

La linea percorre questo lungo vallone, passa a lato del lago artificiale di Acerenza, scollina e dopo un viadotto e un tornante, sale fino alla stazione di Pietragalla, primo paesone vicino ai binari venendo da Avigliano. Il cielo qui sembra di poco più chiaro, scendo. Scatto alla mia automotrice.

[attachment=13]

[attachment=14]

Aspetto che capostazione e manovratore si rintanino nell'ufficio. Poi inizio a percorrere la linea in direzione di questo spettacolare curvone con ponte annesso. Dopo 40 minuti arriva una Breda grigioverde. Certo, se fosse stata giallorossa si sarebbe staccata di più nel paesaggio rigoglioso e senza sole....

[attachment=10]

[attachment=11]

Torno in stazione. C'è un rimorchio! Evidentemente era agganciato alla Breda che ho appena beccato: è un vecchio Ranieri, forse l'ultimo di questo gruppo ancora in giro.

[attachment=12]

Dovrebbe arrivare un treno da Avigliano ma è in ritardo. Di parecchio, penso io, perchè arriva prima il mio treno! Agganciano il rimorchio alla mia M2 ma della manovra non riesco a fotografare nulla: manovratore e capostazione non sono esattamente bendisposti..... Arrivo fino ad Avigliano, sempre sotto un cielo catrame, e scendo ad aspettare una corsetta da Avigliano Città, perchè sono incuriosito dalla fermata di Tiera e non tutti i treni fermano. Arriva così una giallorossa da Città, salgo e scendo al volo a Tiera. Dopo mezz'ora ecco salire da Potenza una doppia verde che inquadro:

[attachment=15]

Tempo soli 10 minuti ed ecco un treno in senso inverso, che prendo. Ne scendo a Potenza Città. Qui chiedo al CS se posso fare foto e mi accorda il permesso. Attendo una mezzoretta e documento un incrocio:

[attachment=16]

[attachment=17]

Avrei bisogno di qualche faro alogeno...... Salgo al volo sul convoglio appena arrivato e arrivo fino al capolinea, Potenza Inferiore. Il mio treno rapidamente manovra e parcheggia il rimorchio su un tronchino dove sostano gli altri regolarmente usati. Poi anche la Breda prende e accelera fumando verso il deposito.

[attachment=18]

[attachment=19]

Io ne approfitto e cammino come un innocente verso il deposito, poco oltre la stazione, lungo quella che una volta era la linea per Pignola e Laurenzana, 42km, chiusa a tappe fra il 1974 1969 e il 1980. In DL c'è poca roba ma interessante. Stanno mettendo a punto i motori di una coppia di Breda, mentre una anziana serie 120 è ormai tenuta di riserva.

[attachment=20]

Di lato c'è anche una delle sopravvissute emmine, trasformata come furgone bagagli. E' usata come magazzino ed è stipata di robaccia. Ma è comunque un pezzo da mille punti. La foto laterale frontale è sul sito, qui metto la vista posteriore

[attachment=21]

Il cielo è sempre più scuro. Ovviamente.....ricomincia a piovere. Ok, basta, per oggi è abbastanza. Faccio a piedi il breve percorso che da Potenza Inferiore porta presso la stazione FS, dove la FAL ha un marciapiede che formalmente si chiama Potenza S. Rocco. Sta giusto arrivando un treno da Avigliano, a cui scatto senza troppa convinzione.... Poi scappo in albergo.

[attachment=22]

(continua)
« Ultima modifica: 06 Gennaio 2021, 13:31:07 da Praz© »
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline peppe656

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.382
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #65 il: 06 Gennaio 2021, 13:07:28 »
Ahh queste ultime sulle FCL sono un colpo al cuore!!!
Per la serie le foto vanno scattate comunque anche con meteo M perchè a distanza di anni si vince sempre.

Offline Robertococchi

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 3.648
  • Qualche anno fa ero così !!
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #66 il: 06 Gennaio 2021, 13:21:03 »
Tutto molto bello e interessante Stefano. Solo un piccolo appunto: La Laurenzana venne chiusa nel 1968 lasciandola aperta da Potenza a Pignola fino al 1980.
Ciao
fotografo tutto quello che mi piace !!!

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #67 il: 06 Gennaio 2021, 13:31:43 »
Tutto molto bello e interessante Stefano. Solo un piccolo appunto: La Laurenzana venne chiusa nel 1968 lasciandola aperta da Potenza a Pignola fino al 1980.
Ciao

Grazie.
Ho corretto: 6 Settembre 1969.

 :( :( :(
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline OeBB Rh 1012

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.437
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #68 il: 06 Gennaio 2021, 14:57:22 »
Allora, qui non si deve stare a far troppo i sofisticati, in un giro così lungo in un periodo come maggio è ovvio trovare anche meteo da schifo (....ma tu diciamo che di sfiga ne hai avuta a secchiate sotto forma di acqua appunto).....ma la giallorossa ad oppido lucano è da copertina di calendario
Visita il mio spazio su Flickr: http://www.flickr.com/photos/daniele_sudati/

Offline MatteoCerizza

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.293
  • Fotografo e studio tutto quello che ha un bordino.
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #69 il: 06 Gennaio 2021, 15:45:18 »
Quest'ultima serie di immagini relativa alle FCL per i miei gusti che adoro le secondarie a scartamento ridotto è la migliore in assoluto...stupende  :P
Tra tutte le mie fotografie la più bella è quella che devo ancora scattare...

Offline Davide Vicenza

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 18.084
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #70 il: 06 Gennaio 2021, 16:48:07 »
Oppido Lucano e la sequenza di Basentello über alles!!!

 :P

Poi ovviamente le altre assumono un'importanza capitale per le situazioni ambientali in cui sono state scattate. E per fortuna che c'era il gabbiotto dei cessi, altrimenti sarebbe stata dura!

 ;D ;)
 

Offline Windigo

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 373
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #71 il: 06 Gennaio 2021, 19:49:16 »
La foto della M2 sul ponte del Basentello è sempre stata una delle foto che ho apprezzato di più
MICHELE DI CARNE

www.apuliaonrail.com

Offline AndMart

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 12.817
  • Il forum è come noi lo facciamo!
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #72 il: 06 Gennaio 2021, 20:18:39 »
Prenderne di acqua nel gabbiotto dei cessi per fare una foto come quella con la Breda giallo-rossa in mezzo alle ginestre! E' la foto più bella di tutto il giro per me.
Ed anche le altre foto FCL sono tra quelle più interessanti!
Una volta escluso l'impossibile ciò che rimane, per quanto improbabile, non può essere che la verità. S.H.

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #73 il: 07 Gennaio 2021, 09:05:50 »
La mattina del 16, altra sveglia suicida e stesso treno delle 5.00. Almeno oggi il cielo è splendido, spero di recuperare la giornata di ieri.... Arriva la mia tripla di Breda e come ieri mi accomodo sulla prima.

(cit.)Al primo giro di controllo biglietti, chiesi al capotreno di fermare a Taccone. Lui mi fece cenno di assenso e io mi appisolai, coccolato dalle curve. Mi svegliai qualche tempo prima. Mi accorsi di essere vicino alla mia fermata e mi preparai nel vestibolo. Ma quando fummo sugli scambi di ingresso di Taccone, la M2 tirò una sana sgasata e prese velocità! Capii subito la dimenticanza del capotreno e bussai alla porta della cabina. Appena mi vide il capotreno esclamò "Taccone!!!", "Ferma!!!". Il maestro tirò un'inchiodata da paura che già eravamo oltre gli scambi d'uscita. Fece retromarcia fino a fermarsi esattamente davanti al FV. Io scesi e dissi scherzando al capotreno "adesso, per scusarvi del contrattempo, aspettate un attimo prima di partire". Così fecero. Io ebbi qualche minuto per saltare e correre davanti alla M2 per fare foto prima che ripartissero.

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Intorno il nulla, solo colline e silenzio. Dietro la statale il borgo agricolo di Taccone, poche anime. Avevo un'ora prima del prossimo treno. Scattai una foto più per la luce che per il soggetto...

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Poi presi a camminare lungo la strada, sperando che anche oggi la corsa bus fosse treno-sostituita.... Arrivai ad un cavalcavia da dove mi si aprì uno scenario per me incomparabile: la ferrovia faceva ampi giri intorno alle colline e la vista era così sgombra da poter vedere lontano sul cocuzzolo il paese di Oppido, 20 km più avanti! Attesi in silenzio sperando arrivasse la M2 e quando dietro la curva sentì il suo borbottio mi preparai ad una sequenza di scatti, fra 50mm e tele.....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Ero carico di adrenalina! Speravo di averle portate a casa, corrette, ben esposte e impresse così come avevo visto coi miei occhi! Rapidamente cambiai posto, perchè nel giro di un'altra ora avevo un nuovo treno da beccare. Così tornai verso la fermata e imboccai uno stradello agricolo che saliva su una collina. L'erba era zuppa di rugiada e le scarpe erano ormai fradice. Intorno alle 8.00 ecco il mio treno, altra sequenza....

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[attachment=10]

[attachment=11]

[attachment=12]

Sazio! Tutto molto figo, ma adesso? Al primo treno avevo 3 ore!!! Girai per il borgo ma non c'era nemmeno uno straccio di bar o circolo. Zero. Decisi di occupare il tempo facendomi di nuovo i 6 km da qui alla stazione di Irsina, almeno non dovevo preoccuparmi delle nuvole sulla zucca. Arrivai ovviamente con ampio anticipo, così andai in stazione a svaccarmi in sala d'aspetto, per poi tornare in un punto lungo la strada che mi piacque parecchio. Attesi sotto il sole che ormai picchiava.....

[attachment=13]

[attachment=14]

[attachment=15]

La mia testardaggine però ora mi lasciava qua: con un sacco di belle foto in tasca, ma con quasi 5 ore di nulla al primo treno utile. Non sapevo che fare. Iniziai a camminare lungo la statale e poi mi dissi che si, in fondo, potevo provarci... Così alzai il fatidico pollice e chiesi un passaggio. Dopo qualche rara auto, si fermò un tizio. Un piazzista porta porta che girava per i paesi a vendere non so cosa. Era un tipo simpatico. Andava in tutt'altro posto rispetto a quello che mi serviva ma allungò di poco la strada per lasciarmi in un punto lungo la provinciale da dove partiva una vecchia stradina tutta tornanti (SP6, leggo ora dalle mappe) che in 3km tutti in discesa mi fece arrivare alla stazione di Acerenza. Primo treno fra mezz'ora: spettacolo!!! Scendendo lungo la stradella vidi uno scorcio che subito cercai di comporre in una inquadratura. Attesi poco e scattai qui

[attachment=16]

Poi finalmente andai in stazione. Feci un po' di foto ad una Breda da Potenza diretta a Genzano, in attesa della stessa che tornasse indietro.

[attachment=17]

[attachment=18]

Alle 15.00 eccola arrivare. Notare che la sala d'attesa e l'ufficio del Capostazione erano tutti nel container: la stazione era sigillata e pericolante per il terremoto...si, quello di 15 anni prima....

[attachment=19]

[attachment=20]

Arrivò sul secondo perchè era previsto incrocio. Io poi salì sul treno diretto a Gravina, dove arrivai un'ora dopo. La tratta che aggira tutta la gola carsica che circonda la città era spettacolare. Il viadotto sulla gola e la dura risalita. Mi segnai per bene punti, percorsi e luce per tornare più avanti. Nonostante questo, volli subito almeno arrivare alla parte più vicina alla città. Una bella camminata in ogni caso.... Quando passò la Breda giallorossa che mi aveva portato a Gravina, un nuvolone oscurò la scena. Scattai in ogni caso, sperando di non aver fatto cazzate con l'esposizione....

[attachment=21]

Tornai in stazione. C'era un altro scatto da fare in zona, ma non avevo voglia di aspettare 2 ore nel nulla. Così rientrai, riuscendo a fotografare qualche treno di Fiat e rimorchi  in arrivo o partenza su Bari.

[attachment=22]

[attachment=23]

Mi mossi per tempo deciso a tornare nel punto che avevo segnato, giusto per il passaggio di una automotrice proveniente da Potenza. Con una flebile luce, calda ma offuscata da qualche nuvola bassa, scattai questa. Il ponte è quello della linea FS.

[attachment=24]

Avevo 20 minuti per tornare in stazione e corsi parecchio, perchè il treno delle 19.10 era l'ultimo che mi potesse riportare a Potenza. Arrivato col fiatone alle porte della Breda, le scattai un'ultima foto di 3/4 e saltai a bordo. Anche stavolta, arrivai a Potenza ben dopo le 21.00.

(continua)
« Ultima modifica: 07 Gennaio 2021, 09:09:32 da Praz© »
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline Davide Vicenza

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 18.084
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #74 il: 07 Gennaio 2021, 09:53:17 »
Spettacolo, inutile aggiungere altro.

 :o :P
 

Offline peppe656

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.382
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #75 il: 07 Gennaio 2021, 12:58:05 »
Queste sono tra le mie foto preferite in assoluto presenti su Photorail!
Le M2 verdi mi fanno impazzire! E pensare che negli anni '80 in tenera età, mio padre con mio cugino mi porto in stazione a Irsina per vedere il "treno" ad un orario prestabilito, scendendo per diversi km a valle perchè mi diceva che la stazione era lontana e ne passassero pochi di "treni". Nella calura estiva tra le colline gialle e arse, arrivò lentamente una M2 da cui scesero e salirono dei passeggeri per poi ripartire in direzione Potenza. A quel punto esclamai, "ma quando arriva il treno?" Abituato ai trenazzi variegati e multicolor degli anni '80 nonchè alle stazioni gremite di carri e carrozze in ogni dove, fu una delusione. Solo molti anni dopo presi veramente coscienza di quell'affascinante mondo, non solo ferroviario, oramai profondamente cambiato. Fu il mio primo contatto ravvicinato con le splendide secondarie d'Italia.... la macchina del tempo non l'hanno ancora inventata :-\

Online mauryluis

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 8.160
  • Quando ero così
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #76 il: 07 Gennaio 2021, 17:47:11 »
Bellissime bombe!!!!!!, tanta invidia, l'unica forse sottotono rispetto alle altre la giallorossa nuvolosa.

Luigi.
luigi Iorio- potete trovare le mie foto anche su: http://www.flickr.com/photos/iorioluigi

Offline Emiliano

  • Capodeposito
  • *****
  • Post: 2.037
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #77 il: 07 Gennaio 2021, 19:45:31 »
Giunto fin qui, non posso che rinnovare i miei complimenti per queste foto e soprattutto per il coraggio e la tenacia che hai avuto nell'intraprendere questo viaggio!
Saluti,
ME
...Mi piace star a guardare stì treni perché non sono mai uguali, alcuni hanno anche un nome. Te ne stai lì tranquillo, al bar a guardare … e tzac! Tutun tutun tutun…
- cos’era?
- la Freccia delle Dolomiti
- Madosca! Un brivido. Guarda, solo il nome rendeva già l’idea...

Offline Peppe91

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.475
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #78 il: 07 Gennaio 2021, 20:34:23 »
Anche per me queste sono tra le più belle foto del sito. Le foto fatte nei dintorni di Taccone è poesia pura, linea tortuosa, a scartamento ridotto, a trazione termica, automotrici vecchie, nel verde del frumento. Poesia pura!

Offline OeBB Rh 1012

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.437
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #79 il: 07 Gennaio 2021, 23:29:27 »
Queste foto sono aliene...mai vista una simile perfezione....fantascienza
Visita il mio spazio su Flickr: http://www.flickr.com/photos/daniele_sudati/

Offline Silvia

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.452
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #80 il: 08 Gennaio 2021, 10:46:20 »
Da rotolamento dalla sedia! Spettacolo totale per mezzi, inquadrature, paesaggi, semplicemente perfette

Offline AndMart

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 12.817
  • Il forum è come noi lo facciamo!
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #81 il: 08 Gennaio 2021, 10:51:42 »
L'ultimo aggiornamento è davvero strepitoso, ancora di più del penultimo che già era spettacolare. Wow!  :P
Una volta escluso l'impossibile ciò che rimane, per quanto improbabile, non può essere che la verità. S.H.

Offline 1142.668

  • Macchinista
  • ***
  • Post: 194
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #82 il: 08 Gennaio 2021, 11:32:58 »
La quarta di quest’ultima serie sembra un quadro surreale, un paesaggio dei sogni e nel mezzo un automotrice per me molto bella, sopratutto in questa livrea.
Il mio Flickr: https://www.flickr.com/photos/154347579@N08/

-- Reisen um des Reisens Willen --

Offline marco felisa

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 4.873
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #83 il: 08 Gennaio 2021, 13:19:50 »
Così come non ricordavo la prima parte di questo viaggio, le foto in FCL le ricordavo bene, così come i racconti di Taccone e Irsina, Gravina ecc.
Foto stupende, davvero eccezionali.

Offline D343

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 967
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #84 il: 08 Gennaio 2021, 13:49:41 »
Tutto troppo bello!!!  :P :) ;)
Marco Bottazzi

Online Paolo Taesi

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.842
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #85 il: 08 Gennaio 2021, 14:31:44 »
Foto veramente interessanti, ma mi affascina un sacco il racconto minuto x minuto, molto coinvolgente. Stefano , memoria di ferro o diario di viaggio? :)
Paolo

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #86 il: 08 Gennaio 2021, 15:14:54 »
Foto veramente interessanti, ma mi affascina un sacco il racconto minuto x minuto, molto coinvolgente. Stefano , memoria di ferro o diario di viaggio? :)

Finchè mi assiste, memoria di ferro. Non potrei mai dimenticare l'autostop o le botte di adrenalina…..
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline MatteoCerizza

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.293
  • Fotografo e studio tutto quello che ha un bordino.
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #87 il: 08 Gennaio 2021, 15:23:57 »
L'ultimo aggiornamento è davvero strepitoso, ancora di più del penultimo che già era spettacolare. Wow!  :P

Concordo pienamente.
Tra tutte le mie fotografie la più bella è quella che devo ancora scattare...

Offline Benny

  • Capodeposito
  • *****
  • Post: 1.006
  • Fermate il mondo, voglio scendere!!
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #88 il: 08 Gennaio 2021, 15:38:36 »
Io aspetto la fine per commentare però un'idea me la sono già fatta....

Ciao  ;)

L'alcool è nemico dell'uomo. Chi fugge davanti al nemico è un codardo!

Offline Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.487
  • <datemi il Prazene!>
Re:Tre settimane nel Centro Sud - 1995
« Risposta #89 il: 09 Gennaio 2021, 11:16:03 »
Mercoledì 17 ho il lusso di uscire dall'albergo di Potenza più tardi. Vado a piedi fino alla stazione FS dove salgo su una 668 che alle 6.50 della mattina mi lascia a Tiera, una delle poche corse FS che fermano anche qui. Aspetto il primo treno FAL e poi mi incammino lungo la statale. Il cielo è coperto. Dal ponte stradale scatto ad un altro treno FS, poi mi sposto e scendo lungo un campo. Esce anche il sole, che bacia due transiti.

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Torno alla fermata giusto per salire su una Breda che va sulla breve antenna per Avigliano Città, che sarà il mio parco giochi per quasi tutta la giornata. Pochi kilometri percorsi ma parecchi spunti fotografici. Appena scendo alla fermata di Moccaro scatto alla mia Breda, poi l'attendo per il ritorno che castigo sul ponte in curva appena fuori la fermata.

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Il ponte stradale che si vede dietro è di una superstrada mai terminata e abbandonata, che ho percorso a mio rischio e pericolo nel 2010...... Attendo il treno successivo per salire ad Avigliano e mi arriva l'anziana M2.127, vista in deposito qualche giorno fa e usata solo come riserva. Dovrebbe essere l'ultima del suo gruppo in servizio a Potenza.

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Le scatto 3 foto alla stazione capolinea, dall'ampio piazzale e con la caratteristica tettoia. Poi a piedi guadagno la periferia della città.

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Arrivo su una sterrata che mi porta ad uno scorcio col tipico segnale a disco FCL e ribecco la vecchietta...

[attachment=10]

Poi con la mia solita dose di pazzia e coraggio percorro a piedi lo splendido ponte metallico che domina un vallone appena a sud e attendo un paio di treni. Il secondo passaggio però è guastato da una nuvola fantozziana

[attachment=11]

[attachment=12]

Alle 12 sono di ritorno in stazione. Il piazzale è insolitamente affollato per una lineuzza come questa. In un angolo è in sosta lo spazzaneve rotativo automotore, uno dei 3 che la FCL ha per affrontare i pesanti inverni nevosi (la foto è sul sito).

[attachment=13]

Arrivo ad Avigliano Lucania dove ho giusto il tempo per arrivare appena fuori la stazione in direzione nord. Sta arrivando un treno FS da Potenza e visto il numero che ha in orario, spero possa trattarsi di qualcosa di diverso da automotrici. Prima però ecco scendere la seconda Breda che stava ad Avigliano Città, che riprendo testa coda da una collinetta...

[attachment=14]

[attachment=15]

...e poi, si, avevo ragione: navettone

[attachment=16]

Torno in stazione e attendo gli eventi. Guardando l'orario capisco come fra poco arrivi la punta di traffico, immagino per gli studenti che da Potenza tornano nei paesini qui intorno. Fra le 14.00 e le 15.00 leggo di 5 diversi treni FAL: c'è una coppia scolastica limitata a S. Nicola, una fermata dopo Avigliano sulla linea di Genzano/Gravina; c'è una coppia da e per Potenza che si sdoppia qui, generando una coppia per Avigliano Città e una coppia per Genzano e infine c'è un ulteriore treno da Potenza a Città. Attendo incuriosito... Quando vedo apparire sulla rampa di ingresso oltre gli scambi a sud un incredibile biscione giallorossogrigioverde sono a bocca aperta!!!! TRE Breda e TRE rimorchi!!! Scatto una foto sugli scambi di ingresso, poi assisto e scatto alle manovre per dividere la composizione. Verso Avigliano Città saliranno 4 pezzi, verso Genzano (o almeno fino a Pietragalla) 2 pezzi.

[attachment=17]

[attachment=18]

[attachment=19]

[attachment=20]

Nel frattempo arriva anche l'incrociante, con una Breda grigioverde

[attachment=21]

Assisto ancora ammutolito alla dura salita della sezione per Genzano lungo i tornanti a ferro di cavallo che la linea compie appena fuori dalla stazione, per guadagnare quota in pochi kilometri. Sopra al treno si vede molto bene il binario che si arrampica dopo il secondo tornante!

[attachment=22]

All'alba delle 15.00 lo spettacolo si ripete ancora!!!! Stessa scena, stesse composizioni, con i restanti mezzi del povero piccolo deposito potentino!!! In due treni quasi tutto il parco rotabili della FAL in Basilicata è impegnato!

[attachment=23]

[attachment=24]

Con annessa arrampicata della sezione per San Nicola, effettuata in solo periodo scolastico

[attachment=25]

Vorrei attendere i ritorni di questi due incredibili trenazzi bombati e borbottanti ma alle 16.40 ho un treno per Foggia da prendere. Mi dissi che sarei tornato, che comunque gli avevo fatto parecchie foto e me ne andai col cuore abbastanza tranquillo. Se ci ripenso ora, non potrei che darmi delle bastonate sulla zucca per non essere rimasto ancora da quelle parti, per fare questi trenazzi in piena linea, a Tiera per esempio... E invece amen. Salii sulla 668 che mi portò nuovamente a passare da Rocchetta. Vidi un merci fermo dal finestrino, nientemeno che con una doppia di D.443! Scesi al volo, non potevo perdermele.

[attachment=26]

Corsi come meglio potevo, sperando non si muovessero, lungo la statale e non calcolai che alla fine avrei fatto una sequenza solo laterale... Ma 3 scatti glieli sparai ugualmente!

[attachment=27]

Tornando indietro, deviai e mi fermai al ponte in curva all'ingresso della stazione perchè vidi ferma là in fondo una 668 per Potenza:

[attachment=28]

Alle 19.00 ripresi il mio viaggio verso Foggia. Le ultime foto di quel giorno le feci dal finestrino ad un gruppo di carri accantonati a Cervaro.

(continua)
« Ultima modifica: 09 Gennaio 2021, 11:26:00 da Praz© »
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr