Post recenti

Pagine: [1] 2 3 4 5 6 ... 10
1
Il PIAZZALE / Re:Estate meridionale 2024
« Ultimo post da ferpas il 07 Luglio 2024, 18:00:21 »
come sempre tutte eccezionali, noto con dispiacere che nel punto panoramico tra Formia e Itri sono spuntante delle reti paramassi che prima non c'erano, eccezionale invece la foto al CFI fatta col drone, in effetti quella zona col drone da grandi soddisfazioni da terra un pò meno purtroppo
2
Il PIAZZALE / Re:Estate meridionale 2024
« Ultimo post da TheJack 646 il 07 Luglio 2024, 00:03:17 »
Bella Roviano, in tutte le inquadrature, ma top totale per le ultime 668, con tanto di botta di fortuna a Capistrello.
3
Il PIAZZALE / Re:Estate meridionale 2024
« Ultimo post da gilbez_646 il 06 Luglio 2024, 23:25:36 »
Bella bella bella la trasversale appenninica, con materiali ordinari e palificazione vintage dal forte sapore di secondaria e, nei limiti, da ferrovia d'altri tempi.
Tutte le foto ben contestualizzate, e questa volta non sono impressionato dal diesel ma dai favolosi panorami di Tivoli (con Mazinga, che non disdegno per nulla!), la fermata di Sante Marie e Roviano.
4
Il PIAZZALE / Re:Estate meridionale 2024
« Ultimo post da robbi663 il 05 Luglio 2024, 13:03:20 »
Se dove c'è Barilla,c'è casa........dove c'è 668 c'è trea2006!!!

Comunque sto giro ti voto come "favorite" la prima perché sembra un quadro...
5
Il PIAZZALE / Re:Estate meridionale 2024
« Ultimo post da belzebou il 04 Luglio 2024, 19:27:40 »
TI BLOCCO subito la seconda parte per ringraziarti per avermi portato CULO (668 sulla Roccasecca, METEOB+++ per 36 ore di fila :o, merci puliti al 90%) & PUNTI FOTO notevoli grazie alla tua proverbiale Macchina da Guerra Organizzativa.
T'invidio la Dronata perché, senza, la foto da terra alla 190 è un po' banalotta.

Ok, ora puoi proseguire già sapendo che prenderò appunti per il prosieguo. :D
6
Il PIAZZALE / Estate meridionale 2024
« Ultimo post da trea2006 il 04 Luglio 2024, 18:12:36 »
Buongiorno a tutti,
Anche per il 2024 è arrivato il momento del racconto fotografico estivo.
Anche quest'anno, per via di alcuni residuali obiettivi (primari e non) e per mancanza di tempo per fare altro sono rimasto in Italia.

Quest'anno sperimenterò una nuova tipologia di viaggio, che un po' ricalca quanto fatto nel 2016 in Cadore: metterò insieme le foto a tutto il resto evitando così una noiosa vacanza "statica", ma anche una faticosa vacanza "fotografica".
Ho messo così insieme più cose ed è venuto fuori un viaggio che mi ha regalato tantissime soddisfazioni.

Anzitutto va detto che le ferie iniziavano il lunedì, ma come sempre una settimana prima si è palesata l'opportunità di unire un weekend e anzi dato un incastro di turni favorevole sono riuscito ad anticipare la partenza al pomeriggio di venerdì 14 giugno.
Ovviamente tutto ribaltato più volte... apro il blocco dei giri foto programmati ma mai realizzati e pesco la Roma-Pescara (limitatamente ad Avezzano) che era saltato nel 2021.

Venerdì parto dunque per arrivare in zona Tivoli, dove avevo a mente una foto da fare ad uno dei viadotti ad archi lato Roma. I servizi "lenti" sono quasi tutti impostati con taf, ma la linea è chiusa per raddoppio fra Guidonia e Lunghezza, tutti i treni originano da li o da Tivoli verso est.
Giungo sul posto, prelevo i bastoni da arrampicata posti comodamente stavolta sul sedile dietro di me  ;D e mi avvio per scalare la collina: impresa che si rivelerà particolarmente ostica anche con l'attrezzatura. In cima si gode di una vista da togliere il fiato. Il ponte è illuminato da una luce rossastra, il cielo è limpidissimo (credo per la prima volta dopo mesi), c'è quasi tutta Tivoli in bella vista e anche qualche monumento d'epoca romana.
Attendo...
Passeranno solo due convogli di E464+MD, entrambi girati storti, materiale Ancona.
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Scendo con decisa difficoltà, tanto da rischiare di farlo al buio, poi mi avvio per l'ultimo tratto di autostrada che mi condurrà verso l'Abruzzo dove ho prenotato al volo per la notte comprensiva di cena e dove si unisce nientemeno che .... il Kant, che era in zona Foligno e pure lui aveva desideri fotografici abruzzesi (668 in primis)



La mattina dopo proprio Marco mi convince ad anticipare la sveglia per fare le 668 sul lento Sulmona-Avezzano, quindi scegliamo di fare un'unica auto e di fotografarlo prima della colazione gentilmente servita dalla dolcissima nonnina dell'hotel a Celano.
Per la foto prendo in prestito un punto foto trovato dallo Zaccheria con l'incognita della luce: ce la farà a oltrepassare la montagna?

Il risultato dopo una severa arrampicata e discesa fra le rocce è questo!
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Torniamo ora, non prima della sopra citata colazione, sulla Avezzano-Tivoli dove concentreremo l'intera giornata: alcuni punti sono obbligati e sono i più famosi, altri sono da scoprire.
Uno di questi è la fermata di Santemarie con annesso paesello arroccato.
Facciamo qui due transiti, entrambi con E464 ed entrambi girati giusti. I convogli con la carrozza bici sono quelli da e per Pescara, gli altri sono degli Avezzano:
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

La tappa successiva, presso Arsoli vede un altro convoglio di MD, lato pilota, con sbuffi vari di entrambi.
Passo col racconto direttamente ad una delle tappe importanti: Roviano.
Arriviamo faticosamente sul posto. Ci sono ben due terrazze dove fare la foto vista stazione così snocciolando i 2 transiti scegliamo per entrambe.

Primo transito: MD girato storto, probabilmente l'unico  :'(
Secondo passaggio: MD girato giusto ma con E464 xmpr, che decido di proporre dal drone anche se l'ho fatta in entrambe le versioni:
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Ci diamo una seconda possibilità con un ulteriore treno, che faremo dopo un buon pranzo al sacco.
Finalmente una 464 girata giusta e nella giusta cromia:
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Visto che sono scemo tento una forsennata corsa fino alla seconda terrazza più sopra nel borgo fra strade e gradini: arrivo senza un polmone, ma riesco, il treno non è ancora partito.
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Poi capiamo subito perchè non era ancora partito, c'era il TUA che ci frega di netto e incrocia proprio qui.
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Ora molliamo tutto.
Abbiamo avuto notizia di due 668 che stanno risalendo da Cassino per Avezzano. Era tutta la settimana che si stava monitorando la situazione, io avevo una foto primaria da fare a Capistrello a tutti i costi ma proprio dalla settimana precedente le 668 sono utilizzate solo di scorta. Avevamo solo un tentativo e bisognava tassativamente farlo.

Accompagno quindi il buon Marco sopra la galleria, perchè poco prima c'era un minuetto (mi fa stranissimo......) che io ho fatto da terra nel punto classico, ma anche col drone alla seconda galleria:
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Poi tocca alle 668. Il treno era quello prima che il punto andasse in luce ma..... chissenefrega, o adesso o mai più.
[attachment=10]

Finisce qui: ovviamente no, perchè lo stesso materiale viene rimandato a Sulmona col solito lento Avezzano-Sulmona, che noi facciamo a Ortona dei Marsi, proprio vicino al punto della mattina e non prima della tipica Mazinga verso Pescara che gli era proprio davanti.
[attachment=11]

Divisi ognuno sul proprio mezzo ora pigiamo sull'acceleratore per arrivare alla stazioncina dispersa di Colli di Montebove dove contavo di fare una bella foto: il posto merita moltissimo, l'ennesima mazinga arrivata pochissimo dopo un po' meno.
Sicuramente da riproporre.
[attachment=12]

Non resta che l'ultima tappa, di nuovo Roviano, dove c'è ancora l'incrocio fra un materiale ordinario (storto ovviamente) e il POP TUA. Pure i treni vengono ricevuti all'opposto della mattina, peccato.
[attachment=13]

Ci sarebbe un ultimissimo tentativo, Marco al pensiero dell'ennesima mazinga sbotta (a ragione) ma io pianto il chiodo, "sono solo 20 minuti".
Ci spostiamo quindi verso Roma e........ voilà!
(E' xmpr ma mi sta più che bene comunque)
[attachment=14]

Nel frattempo proprio Marco desidera unirsi a me anche per la domenica, nonostante lo sciopero in arrivo.
Dovendo portarci più a sud in zona Cassino optiamo per cenare (velocemente) a Roviano e metterci infine su strada invece del contrario, sperando di trovare una migliore qualità dei prodotti locali....
Ci imbuchiamo dentro una osteria locale dove con un giro sontuoso di antipasti romani ci riempiamo la pancia e dove il Kant riesce a mangiare: animelle, palle di toro, fegati, trippe e lumache: e pensare che era partito prevenuto!
Era tutto davvero buonissimo.

A tarda notte, stanchi e belli colmi dormiremo a Spigno Saturnia, in un delizioso agriturismo immerso nel verde di ulivi e agrumeti e la mattina dopo svegliati dal muggito delle vacche da mungere.



Tutta la giornata di domenica 16 era impuntata sulla Roma-Napoli via Formia (altro obiettivo pescato all'ultimo dal giro incompiuto del 2021 dove il caldo mi fece desistere), salvo un paio di foto la sera (soppresse per sciopero) di cui avrò una rivincita fra 2 settimane.
Io parto una buona mezz'ora prima alla volta del punto panoramico fra Formia e Itri, dove giungo a pelo prima dell'IC 510 (che era fra quelli garantiti) che è girato giusto, la giornata è iniziata col piede giusto!
[attachment=15]

Mentre sopraggiunge il successivo ICN dalla Sicilia arriva rotolando in salita anche il Kant:
[attachment=16]

La nostra permanenza qui è già conclusa: ci sono anche due merci dispari che è impossibile ormai fare per le frasche in rapido accrescimento sulla sede.
Marco suggerisce di farli da terra dall'esterno curva: avendo anche il drone farò 1 e 1.

Il primo è un MIR con E494 ed aspettandomi una raffica di graffiti lo scelgo di fare da terra, ma arriva la E494.041 pulita:
[attachment=17]

Il secondo, un CFI con 189, quindi nera, lo scelgo di fare col drone.
Lo alzo e la 189 non è proprio una 189!
[attachment=18]

Con grande gioia abbasso il velivolo e ci spostiamo verso Itri.

Continua...
7
Ferrovie regionali, Operatori privati e Tranvie: parco rotabili / Re:Info MIS Rail
« Ultimo post da Praz© il 08 Maggio 2024, 08:43:41 »
D.318

010

1 unità

Vossloh 2020

1800 kW




E.494

254...255

2 unità

Bombardier 2019

5600 kW

NOTE: a noleggio da GTS da 4/2024

8
Ferrovie regionali, Operatori privati e Tranvie: parco rotabili / Info MIS Rail
« Ultimo post da Praz© il 08 Maggio 2024, 08:42:13 »
Informazioni sul parco rotabili al 29.05.2024

- Inserita scheda E.494 a noleggio (29/5/24)
9
TX Logistik sta utilizzando la 193.961 in livrea Captrain (avvistata questa settimana dalla webcam olandese su un Verona Rotterdam) e anche la 193.834 BOXXpress.
Inoltre ha restituito tutte le 189 Akiem (tra cui la 102,104 e 114 prese da Medway e trasferite ad Asti a fine dicembre insieme alla 189.938).
10
Certo che esiste.. così come la G2000.
Pagine: [1] 2 3 4 5 6 ... 10