Post recenti

Pagine: [1] 2 3 4 5 6 ... 10
1
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da MatteoCerizza il Ieri alle 16:45:40 »
Grazie Massimo per il tuo apprezzamento e per le notizie inerenti alle motonavi traghetto del Lago di Garda e di Como.
Si, la "Tonale" e la "Brennero" erano all'origine gemelle del "Verbania" essendo state anch'esse realizzate nel 1986 dal cantiere C.R.N. di Ancona.
La "Verbania" credo che non abbia mai avuto il pontile mobile anteriore/posteriore per il carico e scarico delle auto, in quanto utilizzava tranquillamente i pontili fissi appositamente dedicati a questo scopo presso gli scali di Laveno e di Intra.
Il suo utilizzo per il trasporto degli autoveicoli è durato veramente pochissimi anni, in quanto già nei primi anni '90 venne modificata e adattata ad uso esclusivo dei passeggeri con le varie crociere sul Lago Maggiore.
2
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da zucca75 il Ieri alle 12:34:33 »
L'utilizzo di questi traghetti su corse di linea mi ha sempre fatto storcere il naso. Tutto nacque sul Lago di Garda con l'arrivo delle M/vi Tonale e Brennero (gemelle del Verbania), impiegate sulle corse longitudinali tra Desenzano e Riva del Garda e vv., in cui era previsto il trasporto auto tra i 2 capilinea. Le motonavi in questione (sicuramente sulla Tonale, sulla Brennero ho qualche dubbio) vennero dotate di un pontile mobile necessario al carico ed allo scarico degli autoveicoli a Desenzano ed a Riva del Garda che non sono dotate di un pontile autotraghetti vero e proprio. Questo servizio non durò molto (parliamo degli anni '80 del secolo scorso), le motonavi in questione non sono più dotate di ponte mobile, ma continuano ad effettuare le corse tra Desenzano e Riva del Garda e vv. A queste, si è aggiunta la più recente Brescia, che, invece, viene utilizzata generalmente tra Peschiera e Riva del Garda. A differenza di Tonale e Brennero, la Brescia viene anche utilizzata (solitamente in caso di indisponibilità di altri traghetti) nel servizio trasporto auto tra Maderno e Torri del Benaco, anche se la limitata altezza del ponte autoveicoli, consente di caricare solo auto e moto.

Sul Lago di Como, si è provata la stessa cosa la motonave Plinio che, più volte, è stata utilizzata sulle corse con pranzo a bordo tra Como e Colico e vv. La sua limitata velocità di crociera, tuttavia, è stata causa di pesanti ritardi. Anche rallentandone la traccia oraria non si sono avuti miglioramenti nel mantenimento dell'orario stesso, tanto che attualmente viene utilizzata per quello che dovrebbe essere il suo impiego naturale, ovvero il trasporto autoveicoli, nel caso del Plinio, principalmente tra Cadenabbia e Bellagio e vv.

Ringrazio, infine, Matteo per tutte le interessanti informazioni e le belle immagini dei suoi post!
3
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da MatteoCerizza il 23 Giugno 2022, 20:45:06 »
La motonave traghetto “Verbania” (costruita nel 1986 dal cantiere C.R.N. di Ancona) è la più grande della flotta delle imbarcazioni del Lago Maggiore, ed è stata recentemente oggetto di una ristrutturazione.
Nata anch’essa come gli altri traghetti bidirezionali per il trasporto degli autoveicoli, dopo pochi anni fu adibita a battello da crociera con ristorante a bordo per il solo trasporto di persone a scopo turistico, con una capacità totale di 1100 posti.
E' dotata di una sala panoramica con pista da ballo che può essere trasformata in una sala ristorante (in aggiunta al ponte centrale) capace di ospitare fino a 280 persone; oltre a disporre di una suggestiva terrazza denominata "ponte sole".
Viste le sue caratteristiche turistiche, è principalmente impiegata sulla crociera internazionale con pranzo a bordo che permette di fruire del suggestivo tour Lago Maggiore Express (battello più treno).
In determinate e speciali occasioni viene inoltre noleggiata per meeting, feste, convegni e serate danzanti.
In questa immagine è ripresa in navigazione al calar della sera, mentre transita davanti alla costa di Baveno, diretta a Stresa e poi Arona.
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]
Sulla sinistra dell’immagine è ben visibile l’eccentrica “Villa Barberis”, una storica villa situata sulla sponda piemontese del Lago Maggiore.
La residenza venne costruita nei primi anni del XX secolo per volere di Alberto Barberis, un vercellese cosmopolita che visse per molto tempo in Oriente.
L'edificio presenta uno stile molto eclettico e dalle connotazioni esotiche: la facciata rivolta sul lago è caratterizzata da una grande loggia e da un minareto (la torre presente nelle moschee dalla quale il muezzin cinque volte al giorno chiama i fedeli alla preghiera).
Le ricche decorazioni includono anche delle raffigurazioni in altorilievo che ritraggono la cupola della basilica di San Gaudenzio a Novara ed il campanile della basilica di Sant'Andrea a Vercelli.

I dati tecnici della motonave traghetto “Verbania” sono i seguenti:
- Dislocamento a pieno carico: 590,8 tonnellate
- Lunghezza f.t.: 54,00 metri
- Larghezza f.t.: 10,80metri (quella del solo scafo è di metri)
- Tipologia di motore: 2 di tipo MTU 12V 183TE 62
- Potenza del motore: 1100 Kw (550 x 2) pari a circa 1496 cavalli
- Tipologia di propulsione: 2 unità cicloidali di tipo Voith Schneider 18GII/105
- Tipologia di impianto elettrico: 2 gruppi elettrogeni AIFO 8210M 220 V.c.a. e 24 V.c.c.
- Velocità massima: 22 km/h (pari a circa 11,9 nodi)
- Posti a sedere: 661
- Posti in piedi: 439
- Posti a sedere al coperto: 360
- Totale posti viaggiatori: 1100
- Veicoli trasportati: 48
4
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da MatteoCerizza il 20 Giugno 2022, 18:14:12 »
Molto interessante l'excursus sulla stazione di Arona, che ignoravo.

Grazie Giorgio. Anticamente la movimentazione delle varie merci tra ferrovie (o tranvie) e navigazione dei laghi era molto legata ed utilizzata in gran quantità.
Anche sul Lago Maggiore ci fu un progetto per caricare i vagoni sulle chiatte e trasportarli tra Piemonte e Lombardia, dagli approdi di Intra e Laveno, ma poi non se ne fece nulla e si continuò a trasbordare le merci sui vari barconi e piroscafi.

Sempre belle le foto lacustri, al variare della luce e delle stagioni.

Si, ogni stagione ed orario della giornata offre degli scenari molto diversi fra loro, anche grazie alla differente rifrazione dei raggi solari sullo "specchio liquido", che creano così molteplici scenari molto vari fra loro.

Ma io trovo davvero "incredibile" lo scatto con i gabbiani, perfettamente a fuoco e "congelati" nel movimento, e con ben due navi di sfondo!!!

E' una delle immagini dei traghetti che preferisco, in cui la natura e la fortuna hanno ovviamente avuto un ruolo essenziale nella buona riuscita dello scatto (autentico al 100%, nessun tarocco) nel quale ogni elemento è entrato al posto giusto e al momento giusto.
5
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da GiorgioStagni il 20 Giugno 2022, 15:45:24 »
Molto interessante l'excursus sulla stazione di Arona, che ignoravo.
Sempre belle le foto lacustri, al variare della luce e delle stagioni.
Ma io trovo davvero "incredibile" lo scatto con i gabbiani, perfettamente a fuoco e "congelati" nel movimento, e con ben due navi di sfondo!!!
6
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da MatteoCerizza il 17 Giugno 2022, 18:35:09 »
Allarghiamo un pochino gli "orizzonti storici" di questo topic pubblicando oltre alle belle foto attuali anche qualche antica immagine, trasmessaci dai fotografi dell’epoca attraverso le cartoline e le vecchie stampe:
In questa, databile attorno agli anni ’10 del secolo scorso, è possibile vedere com’era strutturato un pezzo della parte terminale dello scalo dei piroscafi che era ubicato nelle immediate vicinanze della prima stazione ferroviaria di Arona (non visibile in questa cartolina) la quale fu inaugurata il 14 giugno 1855 come capolinea della linea Alessandria–Novara–Arona e gestita all’epoca dalle Strade Ferrate dello Stato Piemontese, poi confluita dal 1865 nella SFAI (Società per le Ferrovie dell'Alta Italia).
Con l’attivazione del prolungamento della linea da Arona a Domodossola (avvenuta il 16 gennaio del 1905) per potersi poi collegare con il traforo del Sempione, fu inaugurata anche la nuova stazione ferroviaria di Arona costruita in rilevato e coi binari passanti e non più di testa.
Quella originaria situata sul lungolago era ormai divenuta inadatta per gestire i sempre più crescenti volumi di traffico; però venne mantenuto un binario di raccordo con l'originario piazzale sul lungolago (poi definitivamente eliminato nella seconda metà degli anni ‘50, con il vecchio fabbricato viaggiatori demolito nel 1965) e il limitrofo approdo dei piroscafi (anch’esso completamente rinnovato fra gli anni ‘50 e ‘60).
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]
7
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da MatteoCerizza il 04 Giugno 2022, 14:51:21 »
:) :) Belle le due dei gabbiani.  ;D ;D ;D

Ti ringrazio per il tuo apprezzamento Andrea :)
8
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da Benny il 03 Giugno 2022, 01:05:51 »
 :) :) Belle le due dei gabbiani.  ;D ;D ;D

Ciao  ;)
9
Il PIAZZALE / Re:Colore azzurro: la navigazione dei laghi lombardi
« Ultimo post da MatteoCerizza il 02 Giugno 2022, 19:09:24 »
Parlando dei vari battelli e traghetti che quotidianamente operano per conto della Gestione Navigazione Laghi (GNL) in Lombardia è quasi impossibile non considerare anche i vari animali che sui laghi sono ovviamente di casa; i quali alcune volte vengono anche immortalati nelle fotografie insieme alle diverse imbarcazioni, come in questi casi che vi propongo qui di seguito:

Il traghetto “Ticino” (1996, Cantiere Navale Ferrari - La Spezia) sta facendo la sua entrata nel golfo di Laveno Mombello il 29/12/2015 mentre una coppia di cigni si riposa su una spiaggetta di ghiaia creata dal basso livello del lago presso la foce del fiume Boesio.
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Il giorno 11/12/2007, mentre i traghetti “Sempione” (1976, C.R.N. - Ancona) e “S.Bernardino” (1960, Cantieri Navali Breda - Venezia) si stavano rispettivamente dirigendo verso la sponda lombarda e piemontese, un gruppo di affamati gabbiani è venuto ad ispezionarmi per capire se avevo con me qualcosa da mangiare, oltre che la fotocamera…
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Il “S.Bernardino” lasciava l’imbarcadero di Laveno Mombello la mattina dell’ 08/08/2016 mentre tre giovani cigni (nati solitamente nel mese di maggio) ancora ricoperti dal piumaggio grigio nuotano tranquilli e indisturbati vicino alla riva.
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Una fredda mattina di dicembre del 2007 presso il vecchio molo dell’imbarcadero lavenese era stata indetta una riunione di gabbiani, ed i partecipanti erano accorsi numerosi per sentire il discorso del loro capogruppo locale... ;D
[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]
10
Il PIAZZALE / Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Ultimo post da OeBB Rh 1012 il 30 Maggio 2022, 18:01:05 »
Nono un attimo....io intendevo verso l'Albania...poi immagino che a Tuzi (mi sembra) ci sia il cambio trazione con le loco albanesi...
Pagine: [1] 2 3 4 5 6 ... 10