Autore Topic: Albania+Montenegro+Bosnia 2018  (Letto 2212 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online GiorgioStagni

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 9.625
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #30 il: 01 Settembre 2018, 15:44:11 »
Un incredibile insieme di bei paesaggi e fatiscenza da paura!

Trovo particolarmente eloquente e precisa la spiegazione di Ellis. Non ho però capito se i treni, ridotti così male, qualcuno li usi. Dalla foto con i viaggiatori in partenza sembrerebbe di sì. Ma era forse un caso isolato?

Credo che non andrei mai in gita da quelle parti, ma apprezzo le foto e in particolare il curioso abbinamento tra le loco verdi e il rosso DB.

Offline marcocarlone

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.127
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #31 il: 02 Settembre 2018, 17:24:13 »
Ero molto curioso di vedere il risultato del vostro giro balcanico Jacopin, e mi pare l'inizio sia dei migliori. l'Albania è un paese che difficilmente lascia indifferente chi lo visita per la prima (ma anche la seconda, la terza, ecc) volta, e le sue ferrovie non sono da meno.
Fa specie notare che le carrozze nuove siano state subito smerdate e che invece quelle della composizione per elbasan/Librazhd invece siano ancora pulite come tre anni fa. Bellissima la serie di Rrogozhine, che penso sia la stazione che regala il maggior numero di scenette ferroviarie old style su tutta la rete. Hanno pure ritinteggiato il FV!
Fa comunque piacere vedere che - seppur in maniera apparente - il traffico si sta riprendendo. Ad aprile come dicevi era il nulla totale: feci un salto a Kashar (la nuova "stazione" della periferia di Tirana, figlia della scelta scellerata di buttar giù la stazione della capitale, come ha anticipato Ellis) e trovai il deserto.
Attendo impaziente la puntata montenegrina e bosniaca!
Pluripremiato Trio Official Member
Marco Carlone
Pluripremiato Trio.it

Offline OeBB Rh 1012

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.464
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #32 il: 02 Settembre 2018, 19:54:43 »
Attendo impaziente la puntata montenegrina e bosniaca!

Anch'io.....non vedo l'ora......
Visita il mio spazio su Flickr: http://www.flickr.com/photos/daniele_sudati/

Offline Leoraffa

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.454
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #33 il: 03 Settembre 2018, 22:33:33 »
WOW!

Saluti
Leoraffa
 

Offline roberto morandi

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 3.864
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #34 il: 06 Settembre 2018, 14:59:52 »
Condivido la risata un po' amara strappata dal genio che ha aggiunto Albania alla pagina wikipedia "List of Heritage Railways"

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Online Jacopo Cagliani

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.679
  • Copiare da uno è plagio,copiare da molti è ricerca
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #35 il: 09 Settembre 2018, 13:24:16 »
Eccomi e benritrovati!

Domenica 12 agosto
Ci eravamo salutati sui raccordi di Elbasan; la sera dormiamo appena fuori Tirana, in modo da essere operativi, la mattina seguente, per battezzare il "suburbano" Durazzo-Kashar, come dicevo momentaneo capolinea della tratta dopo la chiusura della stazione di Tirana, se non erro nel 2013.

Lo stile è sempre quello: semplice, essenziale. In stazione sonnechia una vettura tedesca. Il treno ha qualche minuto di ritardo, per cui studiamo qualche inquadratura.
Io scelgo questa, con il classico serbatoio d'acqua sul tetto dell'abitazione.



Il treno viene ricevuto sullo stesso binario della vettura in sosta, così da sfruttare il salto macchina per agganciare la carrozza alla composizione





Molliamo il treno, ormai tutto controsole, e ci buttiamo a Tirana. La città non mi è piaciuta, troppo stravolta, troppo moderna.
Il Museo Storico, all'esterno, presenta una libera versione del Quarto Stato...



... qui invece una rotonda molto... patriottica



Salutata Tirana, seppur con grande anticipo, decidiamo di muoverci verso Scutari, cercando qualche punto per il treno del pomeriggio.
La linea, neanche a dirlo, è infrascatissima; passiamo Budull, dove si staccava il raccordo (oddio, una ferrovia... 10 km) per il cementificio indicato nella mappa, passiamo anche Milot e Lezhe (Alessio) e arriviamo quasi fino a Scutari.

Tra tutte, mi colpisce l'atmosfera decadente della stazione di Baquel, vero far west



Decidiamo alla fine per Lezhe: stazione discretamente ampia e carina. Mancano due ore al regionale e, invece che passare il tempo giocando a scala quaranta, decidiamo di appisolarci all'ombra nel parcheggio della stazione.
Ora: vuoi un po' di rincoglionimento, vuoi un po' di rumore... fatto sta che a un certo punto sentiamo un rumore di frenata provenire dalla stazione: non ci ragioniamo nemmeno, è un MERCI!
Certo, a saperlo dal cavalcavia sulla stazione sarebbe splendido. Ci accontentiamo di questa foto, frontale e con cavalcavia di sfondo (sotto, per nota, ci dormiva una famiglia rom... ma nel senso che dormiva SUL binario. Si sono spostati giusto per far sfilare il treno).



Nota: il treno trasporta rottami dalla Serbia per Elabasan. A bordo (sui carri) ci sono 2-3 persone. Non saprei se è una sorta di vigilanza (come leggevo in rete) o se sono "dispositivi umani per controllare gli svii" (cit. Ellis).

Che si fa? Il merci è chiaramente imbucato per l'incrocio con il regionale: manca un'ora, per cui lasciamo perdere i graffiti passeggeri e puntiamo alla stazione di Milot, in luce perfetta per fotografare il merci.



Arrivati a Milot parte una infinita maratona di scala quaranta. Passano TRE ore e il merci ancora non si vede... in stazione però si aggira una persona, per cui provo a chiedere. Con fatica scopriamo che... kaputt a 2 km da noi.

Pregando si sia piantato in un punto decente, gli andiamo incontro... ed effettivamente lo troviamo in un punto semi aperto!



Due scatti con una luce molto calda e due parole con i macchinisti: scopriremo così che non si è rotta la macchina, ma è deragliato l'ultimo carro (e in effetti tra traversine marce, bruciate e mancanti...). Da qui l'ipotesi di cui sopra dei dispositivi umani anti deragliamento.

Sono ormai le 18, abbiamo un'ora abbondante di strada fino a Scutari per cui ci rimettiamo in macchina. Sulla via del ritorno, oltre a una coda infinita in direzione di Tirana, vediamo - beffa delle beffe - un secondo merci fermo ancora a Lezhe, in attesa che venga liberata la linea.
Peccato, ma va bene così.

Lunedì 13 agosto
Il primo e unico treno da Scutari per Durazzo parte alle 5.30; noi ce ne strafottiamo e, dopo abbondante colazione, buttiamo un occhio al lago di Scutari, diviso tra Albania e Montenegro.

La mia curiosità è però per la stazione di Scutari: so per certo che ci sono alcune vetture X; quello che vorrei capire è se effettivamente sono usate.
Grazie a un ragazzo che giocava a pallone con me - di Scutari, appunto - avevo infatti scoperto che in alcuni periodi dell'anno venivano istituiti (senza avvisi, chiaramente) delle sorte di treni "pellegrini" da Scutari a Lezhe e Milot, per portare la gente a pregare. Le vetture usate, dopo consulto fotografico con la madre di questo ragazzo, dovevano proprio essere le nostre X!

Dopo un periplo degno dei migliori studi, planiamo in stazione: le X sono sei, clamorosamente pulite dal lato in ombra e ovviamente strafatte da quello al sole



Nonostante siano le 10 (e l'unico altro treno arrivi alle 17), la stazione è presenziata e aperta.





Chiediamo se c'è qualche merci: niente. Chiediamo invece delle vetture: con grande fatica capiamo che effettivamente sono usate per i pellegrini (!), il martedì (!!), da marzo a luglio (!!!).

Siamo arrivati tardi, nulla di fatto.
Salutiamo l'Albania e puntiamo dritti sul Montenegro...

continua
Jacopo Cagliani
Il falso storico è una grossa bugia, l'anacronismo è l'attribuzione ad altri tempi di usanze proprie di una determinata epoca. Diremo meglio che, sia pure con molti anacronismi, la storia rimane sempre storia, e che invece, con false affermazioni, la storia diventa storiella.

Offline trea2006

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.215
  • Sempre e rigorosamente "contro acqua"
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #36 il: 09 Settembre 2018, 15:07:14 »
Puntata assai "nostalgica" ma comunque interessante.
Belle le sequenze del merci... chissà poi come hanno tirato su quel carro!!  8)
Da appuntare i servizi "religiosi" :P
Andrea De Berti
Alcune mie foto qui:
http://andreadeberti.blogspot.it/
https://www.flickr.com/photos/117570522@N02/

oppure sulla pagina fotografica:
https://www.flickr.com/photos/129911571@N06


Niente è ciò che sembra, niente è ciò che ti fanno credere.

Offline ellis barazzuol

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 5.135
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #37 il: 09 Settembre 2018, 15:31:29 »
Mentre facevamo le foto di ripiego, è arrivato un camioncino moderno ed efficiente con binde e travi di scorrimento per rimettere sui binari il carrello sviato e cannello per tagliare il gancio altrimenti impossibile da allentare.
NO VAP

Offline Davide Vicenza

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 18.176
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #38 il: 09 Settembre 2018, 16:37:56 »
Molto interessanti anche queste puntate!

 :)

Offline roberto morandi

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 3.864
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #39 il: 09 Settembre 2018, 17:58:34 »
La mia preferita è quella di Kashar. Molto interessante anche il racconto, anche se davvero siamo allo sbando più totale.

Molliamo il treno, ormai tutto controsole, e ci buttiamo a Tirana. La città non mi è piaciuta, troppo stravolta, troppo moderna.
Il Museo Storico, all'esterno, presenta una libera versione del Quarto Stato...

Dieci anni fa era un inferno, con voragini nelle strade anche sulle vie vicino al museo, però aveva un certo fascino polveroso. Il Museo delle genti illiriche sembrava l'unica cosa vagamente curata e destinata a non essere travolta dall'espansione turboliberista
« Ultima modifica: 09 Settembre 2018, 18:11:03 da Praz© »

Offline toso963

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 608
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #40 il: 10 Settembre 2018, 08:34:39 »
Bellissimo tutto!
Ma le X dall'altro lato sono pulite, nel senso che sono pulite, senza graffiti, dall'altro lato? Ma comunque così "belle" rugginose?
nulla è per caso
la città in cui sei nato all'inizio del tuo viaggio

Offline marco felisa

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 4.915
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #41 il: 10 Settembre 2018, 12:01:35 »
Che scenari, sempre peggio, post-atomici è dir poco...

Online pojana

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.612
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #42 il: 10 Settembre 2018, 20:52:21 »
A bocca aperta per un milione di motivi .....  :o tutte belle e graditissime  :P

ciao
Ciao, Enrico Sester

"mai arrabbiarsi, solo meravigliarsi" cit. Arturo Nicolodi

Offline Leoraffa

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.454
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #43 il: 11 Settembre 2018, 22:05:03 »
wow
Saluti
Leoraffa
 

Offline Flachi89

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.369
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #44 il: 12 Settembre 2018, 21:57:39 »
Bello bello!!! Attendiamo il Montenegro!  ;D ;D

Mentre facevamo le foto di ripiego, è arrivato un camioncino moderno ed efficiente con binde e travi di scorrimento per rimettere sui binari il carrello sviato e cannello per tagliare il gancio altrimenti impossibile da allentare.

Quindi queste cose sono molto frequenti vista la preparazione del personale...  ?-- :-X ;D
MATTEO ROVATTI

Visita il mio spazio su Flickr: http://www.flickr.com/photos/flachi89/

Offline ellis barazzuol

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 5.135
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #45 il: 12 Settembre 2018, 22:46:44 »
Dalla breve conversazione fatta coi tecnici accorsi sul posto, mi sono sembrati pratici e rassegnati riguardo la realtà ferroviaria del paese.
Quella degli omini guardia-svii è una ipotesi che mi son fatto alla luce dello svio occorso. Se fossero omini antifurto ne basterebbe uno e comunque chi si metterebbe a rubare rottami di ferro durante una sosta in stazione per incrocio?  ?--
NO VAP

Online Jacopo Cagliani

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.679
  • Copiare da uno è plagio,copiare da molti è ricerca
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #46 il: 27 Ottobre 2018, 20:31:02 »
Amici!

Avrei voluto continuare il racconto con più costanza, ma tra impegni, mancanza di tempo per sistemare le foto, ricerca della informazioni... siamo arrivati a fine ottobre.

Non voglio dilungarmi col topic in eterno, per cui taglio un po' di storia di contorno, che magari approfondiremo in futuro in un'altra sezione  ;)

Lunedì 13 agosto

Salutiamo l'Albania, e sconfiniamo in Montenegro.
Il paesaggio è collinare, il traffico scarso: l'idea è di puntare su Bar (via Podgorica), buttare un occhio a stazione e raccordi e quindi spostarsi in serata a Vranjina, sulla sponda montenegrina del lago di Scutari, per cercare di copiare un'inquadratura nota ma sempre interessante.
Durante la traversata dal confine, un problema al cambio ci porta via quasi due ore: cambiamo giro, andiamo in stazione a Podgorica e quindi puntiamo su Vranjina, lasciando Bar, la sua città e il suo porto a una visita futura.

La rete montenegrina è abbastanza semplice:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

In stazione è monumentata una locomotiva a scartamento ridotto: è la O&K 4115 Lovcen, appartenuta alla Compagnia di Antivari:



Mentre il deposito è un ammasso di rottami, tra loco demolende ed elettromotrici sfondate, il rombo di una 661 ci distrae:



Lasciamo la stazione e ci dirigiamo a Virpazar ("la piccola Venezia", secondo i locali...  :-[ ), dove immortaliamo prima un complesso di russe in stazione:




Quindi in uno scenario un po' più carino, che dà idea del variegato paesaggio montenegrino:





La classica inquadratura di Virpazar, con le rovine e il lago, la lasciamo a martedi 14 agosto: il treno è il Bar-Belgrado, con auto al seguito. La livrea delle vetture la potete ben vedere...



Non passano merci (nonostante la direttrice sia la Belgrado-Bar, non abbiamo visto nemmeno uno in un intero, e dormivamo... sulla ferrovia!) per cui molliamo tutto: puntiamo dritti a Niksic e al confine bosniaco, la sera saremo a Mostar!

A Niksic stazione troviamo una montagna di carri, ma null'altro; da Niksic al confine la strada segue in parte il vecchio tracciato della Titograd (attuale Podgiorica)-Hum, a scartamento ridotto, chiusa negli anni '60.
Di seguito due orari, il primo è del 1957-58:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Il secondo del 1967:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

L'ex stazione di Podbozur è ancora perfettamente visibile, seppur abbandonata da quasi mezzo secolo:



Questo, invece, il piano originario con due binari e un tronchino:



Superato il confine planiamo a Mostar: la città era un mio pallino da visitare... diciamo che l'anima commerciale (tra banchetti, ristoranti, cianfrusaglie, tuffatori) ha la meglio, ma sono contento di averla visitata.
In ogni caso, il canto dei muezzin è qualcosa di sorprendente per chi lo ascolta per la prima volta





Mercoledì 15 agosto
E' il giorno con il meteo peggiore: una cappa di grigio eterna, che durerà tutta la giornata.
I due però, neanche l'avessero fatto apposta, avevano comunque già programmato di girare Sarajevo con calma, per cui chissenefrega del meteo.

Prima di salutare Mostar, una foto in stazione all'ex Talgo, uno dei SEI treni giornalieri che passano dalla stazione...



... e quindi una foto all'ex stazione a scartamento ridotto, ancora oggi conservata e dotata di pannello illustrativo (!):



Un ultimo murales ci saluta definitivamente, ricordandoci di quello che ci porteremo dentro (e dell'immersione nella storia che abbiamo appena fatto):



Due ore di strada tra scenari stupendi e in tarda mattinata planiamo a Sarajevo.
La città mi è piaciuta poco, forse mi aspettavo troppo, non so: troppo caotica, troppo mista, quasi priva di logica. Sicuramente sarà un tratto affascinante, ma non mi ha colpito.

La rete tranviaria è assortita con specie diverse: io le ignoro tutte, per cui ve le mostro:







E in stazione spunta il sole, a sorpresa!



La vestigia migliore del 760mm è però il treno blindato, buttato all'aperto in un angolo del museo di storia:



... continua (dopo)...
Jacopo Cagliani
Il falso storico è una grossa bugia, l'anacronismo è l'attribuzione ad altri tempi di usanze proprie di una determinata epoca. Diremo meglio che, sia pure con molti anacronismi, la storia rimane sempre storia, e che invece, con false affermazioni, la storia diventa storiella.

Offline omar

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 3.597
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #47 il: 27 Ottobre 2018, 22:44:01 »
Finalmente!  ;D Ossigeno!  8)

Online Jacopo Cagliani

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.679
  • Copiare da uno è plagio,copiare da molti è ricerca
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #48 il: 27 Ottobre 2018, 23:40:05 »
La Bosnia-Erzegovina è un filo più articolata rispetto a Montenegro e Albania: pur rimanendo molto limitati i treni, i graffiti sono meno imperanti, le linee un filo più trafficate e i merci molto più presenti.
Posto di seguito una mappa: in rosso le linee elettrificate, in fucsia quelle diesel.
Le linee con il colore pieno hanno traffico anche viaggiatori; le due linee sottili parallele indicano linee chiuse ma potenzialmente aperte per il traffico merci; quelle tratteggiate sono interrotte.
NOTA: seppur segnata come aperta al solo traffico merci, la tratta Novi Grad-Bihac è stata riaperta ai viaggiatori a inizio luglio 2018.

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Nel nostro viaggio (eccetto Mostar e Sarajevo già raccontate) ci siamo dedicati esclusivamente a:

- miniere nella zona di Oskova/Banovici
- tratta da Tuzla a Doboj
- tratta da Doboj a Banja Luka
- tratta da Banja Luka a Novi Grad e antennina su Dobrlijn

Necessità di lavoro ci hanno costretto a tagliare un giorno: effettivamente, sarebbe servito.

Vado in ordine per 'blocchi', non necessariamente in ordine cronologico.

La linea tra Tuzla e Doboj è una piccola tratta di 60 km scarsi, con 3 coppie + 1 coppia feriale limitata a Petrovo.

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Circola solo un materiale: nel nostro caso una coppia di 813+814, strafatte fortunatamente solo dal lato in ombra. Le contestualizziamo un po' ovunque, complici fermate incredibili, prive di marciapiedi... insomma, uno scenario immutato nel tempo.

Qui nella fermata di Dobosnica, dopo simpatica chiacchierata con il dirigente estremamente disponibile:



Stessa città, stesso materiale che torna da Tuzla, ripresa dal cavalcavia che domina la stazione, con tanto di officina peri carri raccordata:



I segnali ad ala sono quasi scomparsi (o quelli esistenti sono infrascati/infognati); sento pertanto il bisogno di fotografarne uno, giocando con le luci/ombre del tramonto:



Bosanska Poljana ha un fabbricato imponente, nemmeno paragonabile con la baracca di Dobosnica; la gentilezza dei ferrovieri, però, è la stessa:



L'immenso scalo di Lukavac, con i suoi raccordi, garantisce anche 4 coppie di merci al giorno.
Lo scenario l'avevo studiato e volevo replicarlo proprio così:



La leggenda narra che a volte le automotrici si rompano: compare quindi il diesel. Una clamorosa apertura in un mare di nubi, ci regala questa bottadiculo con una lucedellamadonna:

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]

Per i merci... ci sentiamo domani  O0
Jacopo Cagliani
Il falso storico è una grossa bugia, l'anacronismo è l'attribuzione ad altri tempi di usanze proprie di una determinata epoca. Diremo meglio che, sia pure con molti anacronismi, la storia rimane sempre storia, e che invece, con false affermazioni, la storia diventa storiella.

Offline omar

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 3.597
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #49 il: 27 Ottobre 2018, 23:56:06 »
BELLISSIME!  :o

Offline giovanni andretta

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 7.208
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #50 il: 27 Ottobre 2018, 23:58:23 »
L'ultima è eccezionale!
Ciao, G.

Online Paolo Taesi

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 1.865
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #51 il: 28 Ottobre 2018, 11:18:12 »
Ottima quest'ultima serie con le "668"
Paolo

Online Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.634
  • <datemi il Prazene!>
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #52 il: 28 Ottobre 2018, 11:22:19 »
Montenegro = paesaggi spettacolari ma treni mediocri
Bosnia = treni spettacolari....paesaggi...stiamo a vedere!!!  :P :P
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Online Jacopo Cagliani

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 2.679
  • Copiare da uno è plagio,copiare da molti è ricerca
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #53 il: 28 Ottobre 2018, 11:23:39 »
Come dicevo, la zona di Lukavac è piena di raccordi, industrie, insomma... treni merci.
Con il tempo misurato, abbiamo incastrato quanto abbiamo potuto, tra merci controluce e nuvole assassine.
Seppur con la luce zenitale delle 13, il 17 agosto abbiamo realizzato questa bella doppietta a un merci da Lukavac per Doboj: prima, al solito, comodo, piacevole cavalcavia di Dobosnica:



Poi, dopo un incrocio (inaspettato) con un altro merci a Sockovac, all'ingresso di Karanovac:



Il vero spettacolo, però, è la tratta Tuzla-Oskova-Banovici-Grivice, fino a Oskova a scartamento ordinario e da lì con il ridotto bosniaco, a vapore!
Ok, quando siamo andati noi era in servizio solo una vaporella (l'altra sarebbe rientrata il giorno seguente), ma ci siamo gasati lo stesso.
Pagato l'obolo del 15 euro, scorazziamo liberi ovunque; in deposito a Banovici:





Sull'interscambio ordinario/ridotto di Oskova; al piano terra, l'ordinario:





Al piano di sopra, il ridotto!  :o





Il diesel (o l'altra vaporella 83, quella mostrata sopra in officina) prendono i carri da Oskova e li portano fino a Grivice: su questa tratta c'è anche un trenino turistico pane&salamella, noleggiabile a 150 euro. Noi abbiamo chiesto un merci fotografico... la cifra è lievitata a 600 euro, per cui nisba.

Il sole va via, per cui la tratta da Banovici a Grivice ci regala una foto con meteo stai-a-casa (con tanto di seat gialla catarifrangente)



Mollato il museo all'aperto, con tanto di bava alla bocca, chiudiamo il giro bosniaco facendo un po' di elettrico tra Doboj-Banja Luka e Novi Grad.
Le linee, manco a dirlo, regalano stazioni bellissime dove il tempo sembra essersi fermato.

Stanovi, con un treno per Doboj:



Ostruznja, con un merci in transito sotto l'occhio vigile del dirigente movimento:



Svodna, con una delle tre relazioni Banja Luka-Dobrlijn



Lo stesso treno in uscita da Novi Grad:



Da Dobrlijn a Volinja fino al 2017 esisteva l'interscambio tra le ferrovie bosniache e quelle croate; oggi le relazioni passeggeri si fermano al di qua del confine per entrambi i paesi; l'interscambio dei merci, se non abbiamo capito male, continua invece ad avvenire a Volinja.

Una foto al capolinea bosniaco, con tanto di luce calda e bandiera che fa molto contestualizzazione:



E un'ultimo scatto alla corsa di ritorno, una semi telata con terzo faro:



Il giorno seguente - che è DOMENICA - dopo le manovre del treno del mattino che muore a Novi Grad, vediamo l'isolata dirigersi verso il confine: sarà un merci, scatta l'inseguimento!



Non facciamo tempo ad arrivare a Dobrlijn che il merci parte! Ma la loco è un'altra!  :o
Dietrofront e inseguimento, con la luce molto laterale:



Prima di Novi Grad la linea piega, andando in perfetta luce: Ellis, non fidandosi del traffico, si posiziona a bordo linea; io rischio, e vengo premiato:



E' il sipario; inizia il lento rientro verso casa.

Si chiude l'ennesima balcanata, regalandomi ancora una volta un insieme di sensazioni e ricordi che porterò sempre con me.
La gentilezza, la disponibilità quasi imbarazzante delle persone incontrate mi portano sempre di più - con i dovuti limiti, ovvio - a credere che veramente il viaggio sia il solo mezzo per superare i pregiudizi di quanto ci sta intorno.

A voi, e alla prossima!  :D
Jacopo Cagliani
Il falso storico è una grossa bugia, l'anacronismo è l'attribuzione ad altri tempi di usanze proprie di una determinata epoca. Diremo meglio che, sia pure con molti anacronismi, la storia rimane sempre storia, e che invece, con false affermazioni, la storia diventa storiella.

Offline adria express

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 92
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #54 il: 28 Ottobre 2018, 11:37:53 »
Standing ovation!

Online Praz©

  • Forum Admin
  • Direttore Compartimentale
  • *****
  • Post: 43.634
  • <datemi il Prazene!>
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #55 il: 28 Ottobre 2018, 11:46:17 »
BIS BIS !!!!

Però mi ci manca tutto il tuo classico corollario di cazzimma umana intorno.....
Stefano "Praz©" Paolini

Flickr

Offline belzebou

  • D.C.T.
  • *****
  • Post: 17.955
  • Il sonno della ragione genera mostri
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #56 il: 28 Ottobre 2018, 13:22:33 »
Credevo che con le foto bomba albanesi fossi a posto per dieci anni. Invece ho strabuzzato gli occhi per i bellissimi panorami montenegrini (e comunque trovo belle le EMU russe) e per le 813 stupendamente fotografate in Bosnia. Ottimo anche il vaporame, ma preferisco il diesellame con materiale ordinario (come vedere da noi una D 141 con due X al posto di qualche ALn) e il merciame elettrico. Basta, non aggiungo altro.
Foto pure qui www.flickr.com/photos/tradotta
E anche qui (previa accettazione dell'amicizia) www.facebook.com/profile.php?id=100010223203559

Offline Christian D.B.

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 787
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #57 il: 28 Ottobre 2018, 13:47:14 »
Caspita che mondo ferroviario da quelle parti! Bello bello bello!!!
Viva le notturne!

Offline marco felisa

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 4.915
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #58 il: 28 Ottobre 2018, 15:31:28 »
Dopo la triste Albania e lo sconfortante Montenegro, mi affascinano le foto di Mostar e l'inseguimento della coppia di simil-668, con immagini davvero belle, come quella dal ponte con lo scalo immenso sullo sfondo.

Interessante la pseudo museale realtà di Oskova e altrettanto belle le ultime con quella 441 che tanto somiglia a qualcosa di svedese; saranno anche i paesaggi boscosi, le cataste di legname, ma sono foto che hanno un profumo particolare. Bellissima l'ultima con la tripla fuga prospettica di ferrovia, strada, catasta di legna.

Offline trea2006

  • Macchinista Scelto
  • ****
  • Post: 2.215
  • Sempre e rigorosamente "contro acqua"
Re:Albania+Montenegro+Bosnia 2018
« Risposta #59 il: 28 Ottobre 2018, 18:36:15 »
Finalmente  :D :D
Cosa aggiungere a cotanta roba? grandi.... O0
Andrea De Berti
Alcune mie foto qui:
http://andreadeberti.blogspot.it/
https://www.flickr.com/photos/117570522@N02/

oppure sulla pagina fotografica:
https://www.flickr.com/photos/129911571@N06


Niente è ciò che sembra, niente è ciò che ti fanno credere.