Post recenti

Pagine: 1 ... 3 4 5 6 7 [8] 9 10
71
Ferrovie regionali, Operatori privati e Tranvie: parco rotabili / Re:Info TTI
« Ultimo post da Praz© il 17 Luglio 2023, 10:11:04 »
TTI Treni Turistici Italiani

Servizi passeggeri, opera su RFI


E.402

E.402.114, 116, 128...129, 131, 138, 155, 165, 172, 180

10 unità

Ansaldo/Firema/ITIN/SOFER 1996-2000

6.000 kW

NOTE: acquisite da Trenitalia 7/2023

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]


D.445

D.445.1050, 1076, 1140, 1145

4 unità

Reggiane 1982, OMECA 1986/87

1560 kW

NOTE: acquisite da Trenitalia 10/2023

[ Attachment: You are not allowed to view attachments ]
72
Ferrovie regionali, Operatori privati e Tranvie: parco rotabili / Info TTI
« Ultimo post da Praz© il 17 Luglio 2023, 10:09:41 »
Informazioni sul parco rotabili al 17.07.2023
73
Ferrovie regionali, Operatori privati e Tranvie: parco rotabili / Re:Info TFI
« Ultimo post da Praz© il 17 Luglio 2023, 10:06:13 »
TFI Trasporto Ferroviario Italiano

Servizi merci, opera su rete RFI


E.483

E.483.040...041, 042, 043

2 + 1 + 1 unità

Bombardier 2013/2016/2017

6.000 kW

NOTE: E.483.042 noleggiata a Medway, da 7/2020 a ?, tutte noleggiate a Medway da 12/2021 a 1/2023

74
Ferrovie regionali, Operatori privati e Tranvie: parco rotabili / Info TFI
« Ultimo post da Praz© il 17 Luglio 2023, 10:03:23 »
Informazioni sul parco rotabili al 17.07.2023
75
Il PIAZZALE / Re:L'ultimo treno per Ceres - Parte 3
« Ultimo post da Smat21 il 14 Luglio 2023, 11:59:56 »
76
Il PIAZZALE / Re:L'ultimo treno per Ceres - Parte 3
« Ultimo post da OeBB Rh 1012 il 13 Luglio 2023, 23:09:20 »
Bazzico poco questa sezione perché gli aggiornamenti di solito son pochi e quindi vedo solo ora.....ma questo topic merita il piazzale.
Pochissimo da aggiungere perché avete detto tutto....io ai complimenti per foto e straordinario lavoro di post ci aggiungo quelli per il testo piacevole scorrevole e divertente.
77
Il PIAZZALE / Re:L'ultimo treno per Ceres - Parte 3
« Ultimo post da Smat21 il 13 Luglio 2023, 08:48:16 »
La storia della Ceres è articolata e va inquadrata nell'Italia, ma soprattutto nel mondo dei trasporti di quella zona alla fine del 1800.
La prima parte della ferrovia, almeno fino a Venaria, aveva un fortissimo sviluppo merci (vedete il libro sui raccordi di Torino per avere un'idea) e poi collegava zona di Caselle e Lanzo che all'epoca era in pieno sviluppo industriale (tessile ma anche meccanico e cartario). Ancora negli anni 80-90 la meccanica nella zona di Lanzo era molto radicata, pur se ridotta all'osso, ma è un segno del 'dna lavorativo' di quella zona.
Poi le valli di Lanzo, in particolare la Val d'Ala, erano, come già detto, la zona di villeggiatura alpina della borghesia di Torino che gradiva il treno, primo mezzo alternativo alla carrozza.
E anche traffico merci veniva generato da Traves in su, anche se meno rispetto al resto (e sarebbe interessante vedere i registri di cosa venisse trasportato).
Detto questo, ci sono ancora persone che dalla valle scendono a lavorare verso Torino ea pianura, anche se saranno sempre meno dato lo spopolamento progressivo. Certo è che 45 minuti di auto tra ceres e Torino sono un tempo con cui confrontarsi se si vuole offrire un servizio. Non ultimo le corriere per Forno e Balme che partono da Ceres, le chi informazioni sono criptiche e latitanti.

Insomma, si può lavorare per, ma bisogna metterci impegno.

E cmq la valle ha la sua birra da alcuni anni. :)
(Personalmente la trovo molto buona senza essere eccezionale. Ma gustarsela al bar di Ceres mentre mi godo la stazione nel suo stile unico, nonché gli interni in legno (anche Germagnano merita) la rende unica.
78
Il PIAZZALE / Re:L'ultimo treno per Ceres - Parte 3
« Ultimo post da AndMart il 12 Luglio 2023, 14:47:26 »
Secondo Istat, nel 1911 a Ceres gli abitanti erano oltre il doppio. E immagino in tutta la valle la situazione fosse simile....

Erano località di villeggiatura, bisognava portare l'emergente borghesia da Torino (ove risiedeva) alle proprie ville liberty costruite a Ceres e dintorni per trascorrere l'estate.
Altri tempi: oggi la borghesia va molto più in alto, col suv e magari sta in bilocale 40m^2 a 5.000 euro/m2.

Resta comunque una considerazione: oggi che bene o male l'infrastruttura ce l'hai, che l'hai pressoché rifatta (a parte qualche traversa da cambiare) 15 anni fa, prima di buttarla via bisognerebbe sforzarsi di cercarle di darle uno scopo. Soprattutto se il prolungamento delle corse rispetto alla parte "utile" della linea (Torino-Germagnano) viene quasi gratis (es vedi la Varese - Porto Ceresio, che sta in piedi perché ci prolunghi "gratis" le corse da Milano).

Anche perché poi bisogna contestualizzare le cose. Prendiamo ad esempio i 40mln per ripristinare la Noto-Pachino: diviso 20 anni, diviso 5 corse all'anno,  ognuna con 300 passeggeri. Ogni passeggero è gravato da 1300 euro solo di ammortamento.
Tenendo conto di un costo medio del biglietto, significa che per ogni euro che spende lui, lo Stato gliene regala 50-70.
79
Il PIAZZALE / Re:L'ultimo treno per Ceres - Parte 3
« Ultimo post da robbi663 il 12 Luglio 2023, 13:20:49 »
A gusto mio, la prima di questo aggiornamento è tra le migliori inquadrature mai viste in quella valle!!! Complimenti
80
Il PIAZZALE / Re:L'ultimo treno per Ceres - Parte 3
« Ultimo post da Praz© il 12 Luglio 2023, 12:03:13 »
Secondo Istat, nel 1911 a Ceres gli abitanti erano oltre il doppio. E immagino in tutta la valle la situazione fosse simile....
Pagine: 1 ... 3 4 5 6 7 [8] 9 10