Il sito italiano di fotografia ferroviaria----

 

di Stefano Paolini-----

Questo mese ...
   Online LUGLIO AGOSTO
Archivio immagini
   50.000 foto, divise per tema
OLDIES: foto d'epoca
   Indice per autore e mezzo
Wallpapers
   Per il tuo desktop!
Forum On Rail!
   Topics e oltre 70.000 foto
Photorail su Facebook
   Immagini e discussioni su FB
Photorail su Flickr
   Una selezione di fotografie
Agenda Treni Storici
   Date e orari dei treni speciali!
Rotabili parco storico
   La situazione aggiornata
Rotabili ferrovie private
   IF, private e tranvie
Photorail GEO
   Guida ai punti fotografici
Articoli mensili
   2001-2008: storia e foto
Motore di Ricerca
   Cerca le tue loco preferite!
Links
   Siti di foto da tutto il mondo

Sul noto portale di viaggi Tripadvisor le ferrovie e i tram recensiti in Italia non sono molti. Questi pochi veri attrattori di turismo riportano sempre voti e commenti molto positivi. Solo una linea riporta ben 134 giudizi "pessimo" ed è la tranvia da Trieste a Villa Opicina. Dobbiamo questa brutta figuraccia all'incompetenza e al disinteresse del Sindaco di Trieste, tale Roberto Dipiazza. "Ognuno è causa del suo male" verrebbe da dire, perchè la popolarità di questo signore pare sia tanta fra i cittadini triestini che adesso quindi dovrebbero ringraziarlo delle ridicole figure che il Comune sta collezionando rispetto all'Ente USTIF, che controlla e norma il servizio sulla linea. La "trenovia" si dice sia nata disgraziata, a causa di parecchi piccoli inconvenienti durante la sua lunga storia. Le sospensioni del servizio non si contano più: nel 2001 per lavori, dal 2005 al 2006 per la revisione periodica, dal 2012 al 2014 a causa di uno svio e oggi sono ormai 2 anni che le vetture sono ferme, dopo una collisione avvenuta nel 2016. L'USTIF ha allora imposto maggior sicurezza - anche troppa, si vorrebbe un tram dotato di apparati che nemmeno sulla AV ... - e ha contestato alcuni lavori di ricostruzione eseguiti sulla tratta a funicolare, ad opera di una ditta assolutamente non all'altezza. Poi la brillante idea di modificare parzialmente l'impianto elettrico di linea e vetture, che ad oggi bruciano reostati come fossero pellet nella stufa. Ma il Sindaco cosa fa? La sceneggiata meroliana contro USTIF, come se stesse ancora sul palco di un comizio, invece di far eseguire i lavori minimali richiesti per riaprire al servizio. Gli annunci con fanfara sulla ripresa scadono come date sugli alimenti e si ventila addirittura il 2020, sperando che per allora il Dipiazza si sia levato dalle..... rotaie. Cosa ci si deve aspettare da un nemico giurato del TPL su ferro? Nulla, solo pessime figure a livello internazionale coi turisti, che a Trieste evidentemente interessano poco. Foto Stefano Paolini

Pubblicità-------------Collaborazioni------------Contatti----------